Champions League: Matuidi salta Juventus-Tottenham. Allegri studia

L'assenza del centrocampista francese pesa. Adesso l'allenatore bianconero studia le mosse per sostituirlo: chi tra Sturaro, Marchisio e Asamoah?

357 condivisioni 0 commenti

di

Share

Chi al posto di Blaise? Già, bella domanda per Allegri. Matuidi, infatti, a seguito dell'ultima partita contro il Sassuolo, ha subito una lesione di grado lieve-medio ai flessori della coscia sinistra. Tradotto: il francese salterà la partita di andata di Champions League contro il Tottenham. E rivelarlo è stato proprio Allegri: "Matuidi difficilmente ci sarà per la Champions".

Un bel problema. In fondo il profilo di Matuidi era stato scelto proprio per conferire al centrocampo della Juventus esperienza e dinamismo costante, in particolare per le partite di Champions League. Purtroppo, però, gli infortuni rappresentano l'unico vero problema della formazione di Allegri. Una rosa allo stesso tempo lunga, forte e importante. Da segnalare, per esempio, il prezioso rientro di Douglas Costa, ma l'incognita adesso passa a centrocampo.

Insomma, Allegri deve studiare la situazione. Emergenza? Sicuramente Matuidi era perfetto per imbottire il centrocampo juventino di valori e concretezza. Il francese finora aveva collezionato 20 presenze e due gol in Serie A, ma soprattutto aveva definitivamente preso le misure della sua nuova casa, ovvero il centrocampo bianconero. Nel frattempo il Tottenham si avvicina a ritmi alti, dalla vittoria contro il Manchester United all'ultimo pareggio contro il Liverpool, ma soprattutto con un Kane versione stellare. Proprio da Champions League. E allora scopriamo nel dettaglio il momento di forma delle due formazioni, cercando di capire chi sceglierà Allegri come sostituto di Matuidi.

Come giocherà la Juve senza Matuidi
Allegri pensa: chi al posto di Matuidi?

Champions League, una Juventus senza Matuidi

Un'assenza che pesa. Brutta. Tosta. Adesso anche Matuidi, che se ne starà fermo ai box per 30/40 giorni. Out almeno fino alla partita di ritorno contro il Tottenham a Londra. Una perdita grave, certo, ma di alternative Allegri ne ha eccome. Ma ovviamente il talento e l'esperienza di Matuidi difficilmente verranno reincarnati da chi prenderà la sua mattonella. Troppo prezioso il francese. Nonché il giocatore con più presenze dopo Higuain. Lui, Blaise, arrivato in un'estate rovente dopo la batosta di Cardiff. Preso apposta per ridisegnare la Juventus dal carattere europeo..

Un cavallo. Un ragazzo da una corsa super. Questo è Matuidi. Prezioso enzima del centrocampo a tre che ha garantito alla Juve delle fondamenta davvero rocciose. Una delle prime alternative che balenerà nella testa di Allegri è certamente Marchisio: pedina esperta, dal DNA bianconero e voglioso di dimostrare di nuovo all'Europa il suo valore. Ma purtroppo, come è noto, anche il Principino è stato vittima di una serie di infortuni molto delicati. Vederlo agire da mezzala sinistra, quindi, considerata la partita fisica che sarà contro gli Spurs, non sarà poi così semplice. Per questo un'altra soluzione è rappresentata da Sturaro: all'apparenza giocatore grezzo, ma che sicuramente col tempo si è plasmato in palcoscenici importanti. Sturaro è uno che corre. Che garantisce presenza. Uno che invece non gioca da tempo a centrocampo, ma che si sta imponendo in maniera egregia come vice Alex Sandro, è Kwadwo Asamoah: mancino in stile Matuidi e altrettanto forte, soprattutto veloce. Insomma, Allegri di lavoro ne avrà eccome, con l'obiettivo minimo di non perdere più altri giocatori.

Tottenham, questo Kane è incredibile

Kane
Fenomeno Kane

"Fenomenale, tutto questo è una magia", canta piena di Passione la Nannini, Kane ascolta e mette in pratica. Segna. Spacca. E arriva a 100. Sì, cento reti in Premier League. Tutto questo in cinque anni e 138 partite. Numeri da record e che, forse, potrebbero fare girare alla testa anche alla difesa della Juventus. Allerta uragano a Torino, perché questi Inglesi se vogliono fanno davvero paura.

Vota anche tu!

Buffon riuscirà a non farsi sorprendere da Kane?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Non ha niente da nascondere il Tottenham. Sa di non essere perfetto, è consapevole della scomoda etichetta di eterna incompiuta, ma adesso il presente dice Champions League. Vede Europa e legge Torino. Gli Spurs, in campionato, non perdono da 12 partite, dall'ultima sconfitta contro il Manchester City. Il gioco c'è. Verticale, veloce, quasi da biliardo. E con una certezza: Kane ci sarà. Già, quella che non avrà la Juve con il suo Matuidi.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.