Serie A, diritti TV: Lega accetta offerta Mediapro, diffida di Sky

L’offerta spagnola sale a un miliardo e 50 milioni, come da richiesta. L'ira di Sky che manda una diffida e minaccia ricorso.

cameraman

811 condivisioni 43 commenti

di

Share

Non c'è pace per il calcio italiano. Con la Federazione e la Lega in mano al Coni che ha nominato Roberto Fabbricini quale commissario straordinario in via Allegri e Giovanni Malagò nella stessa carica per la nostra Serie A, ora si apre anche un difficile contenzioso sull'assegnazione dei diritti televisivi per il prossimo triennio.

Nelle scorse settimane la Lega non era arrivata all'assegnazione, dopo essersi trovata di fronte a offerte che erano state giudicate inadeguate, perlomeno rispetto alla propria richiesta di 1 miliardo e 50 milioni. 

Mediaset non era andata oltre 200 milioni per trasmettere le 8 squadre già nel suo palinsesto, e anche Sky, pur in due successivi step, era ancora troppo lontana dalle richieste della Lega. La più vicina risultava essere la spagnola Mediapro che era arrivata a circa 950 milioni.

Serie A, diritti televisivi: la Lega accetta l'offerta di Mediapro

La Lega di Serie A ha deciso oggi di accettare l'offerta di Mediapro, in quanto l'operatore spagnolo ne ha accontentato le richieste, salendo fino a 1 miliardo 50 milioni e superandola di mille euro. Un comunicato dell'ente che governa il nostro campionato ha chiarito i termini dell'accordo:

L’offerta depositata, pari a 1.050.001.000 euro, è superiore al prezzo minimo richiesto dall’Invito ad Offrire e conseguentemente procederà alla comunicazione all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, come previsto dall’Invito stesso ai fini dell’assegnazione dei diritti in oggetto.

cameraman Totti

La diffida di Sky

Immediata la reazione di Sky che attraverso i suoi avvocati ha diffidato la Lega di Serie A dall’assegnare i diritti a MediaPro, in quanto non si tratterebbe di un intermediario indipendente - come invece richiesto dal bando nel 5.3 del secondo Invito - e soprattutto l’assegnazione all'operatore spagnolo violerebbe anche l’articolo 9.4 del Decreto Melandri e il paragrafo 24.b delle Linee Guida, che vietano l'aggiudicazione di tutti i diritti in esclusiva a unico operatore della comunicazione (no single buyer rule). 

Serie A 2017/2018: chi vincerà il campionato?

Vota

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.