Premier League, il dialogo arbitro-giocatori sul rigore al Tottenham

Le telecamere di Sky Sports hanno ricostruito il dialogo tra Moss, l'assistente Smart, Emre Can ed Eriksen sul rigore assegnato agli Spurs e fallito da Kane.

 Liverpool-Tottenham 2-2, ecco cosa si sono detti arbitro e giocatori prima del rigore di Kane

796 condivisioni 4 commenti

di

Share

Cosa c'è dietro la concessione di un calcio di rigore? Alt, qui non c'è spazio per i maligni o gli amanti del retropensiero. Si tratta semplicemente del quesito principe nell'ultimo weekend di Premier League al quale hanno provato a rispondere le telecamere di Sky Sports, ricostruendo i momenti che hanno portato all'assegnazione della prima delle due massime punizioni assegnate in favore del Tottenham ieri pomeriggio ad Anfield Road, dove al minuto 95 gli Spurs hanno raggiunto sul 2-2 i Reds grazie al centro dagli 11 metri del solito Harry Kane.

Nella partita più attesa dell'ultimo turno di Premier League, i padroni di casa erano passati in vantaggio per la seconda volta al minuto 91 grazie alla doppietta personale di Salah, intervallata dal temporaneo pareggio di Wanyama all'80'. Al quinto minuto di recupero il contatto che cambia la storia del match: Van Dijk su Lamela, l'argentino va giù, l'arbitro John Moss indica il dischetto. La stessa scena, però, si era verificata 10 minuti prima, sul punteggio di 1-1. Stessa area, stesso esito, protagonisti differenti: a subire un fallo era stato Harry Kane. Proprio su quest'azione le telecamere di Sky Sports indugiano.

Il dubbio del direttore di gara riguarda il tocco di palla di Lovren, difensore del Liverpool: in caso di intervento del centrale croato, infatti, la posizione di partenza di Kane sarebbe stata ritenuta regolare. Emre Can è tra i più attivi nel perorare la causa del Liverpool e contestare la decisione di assegnare il calcio di rigore, mentre nel Tottenham è Eriksen a osservare da vicino quel che si dicono l'arbitro Moss e l'assistente Ed Smart. Dopo un lungo conciliabolo tra arbitro e assistente, arriva la decisione di assegnare il penalty: sprecato però da Kane, che calciava tra le braccia di Klarius.

Premier League, polemiche in Liverpool-Tottenham: dialoghi ricostruiti

Come ogni campionato che si rispetti, anche la Premier League non si fa mancare le polemiche di rito sugli episodi dubbi. Ancor più diffuse quando la tecnologia VAR non è un supporto ancora utilizzato, come accade nel massimo campionato inglese. Sky Sports ha così ricostruito il labiale dei protagonisti nella dinamica che ha portato all'assegnazione del rigore per il Tottenham al minuto 85. La prima domanda è di Smart:

Tutto ciò che mi serve sapere è se Lovren ha toccato la palla o no

A sincera risposta di Moss ("non lo so"), l'assistente ribadisce il concetto:

Se non ha toccato la palla, Kane è in fuorigioco, quindi non è rigore. Kane è in fuorigioco se Lovren non ha toccato la palla.

Qui intervengono le voci dei diretti interessati, per logica parziali. Ognuno intento a portare acqua al proprio mulino. Ecco Eriksen:

Sì, Lovren l'ha toccata.

Tesi ovvia, alla quale si affianca l'altrettanto attesa strategia esposta da Emre Can nei confronti di Smart e Moss:

No, non l'ha toccata.

Possiamo solo immaginare lo stato d'animo di arbitro e assistente in quei concitati momenti, con gli occhi di un intero stadio addosso. Smart ripete il suo dubbio anche ai calciatori:

Sai quello che sto chiedendo: devo verificarlo. Lovren ha toccato la palla?

Interrogativo ripetuto anche da Moss verso il quarto uomo:

Per essere onesto con te, Martin. Non ho idea se Lovren abbia toccato o meno la palla. Hai altro dalle immagini tv? Ho indicato il dischetto.

Jurgen Klopp, la sua rabbia dopo Liverpool-Tottenham 2-2
Premier League, Jurgen Klopp e la rabbia dopo Liverpool-Tottenham 2-2

Chi certo non ha preso di buon grado la direzione di gara di Moss in Liverpool-Tottenham è l'allenatore dei Reds Jurgen Klopp, che certo non ci è andato leggero nelle considerazioni sull'arbitraggio al fischio finale:

L'arbitro e l'assistente hanno influito sul risultato. Sul primo calcio di rigore c'è fuorigioco, non si discute. Sul secondo, Van Dijk entra su Lamela, che lo salta. L'arbitro prima ha fatto proseguire, poi l'assistente ha preso la decisione. se dovessi dire tutto quel che penso, pagherei la multa più grande nella storia del calcio.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.