Liga, Yeray in campo dopo aver sconfitto il tumore: "Sia un esempio"

Il difensore dell'Athletic Bilbao era stato assente per 259 giorni. Il rientro nella Giornata Mondiale contro il Cancro: "Più speciale del mio esordio".

Liga, Yeray Alvarez in campo con l'Athletic dopo aver sconfitto il tumore

260 condivisioni 2 commenti

di

Share

Sì, l'Athletic Bilbao avrà anche perso. E, sì, il neo acquisto Iñigo Martinez avrà pure debuttato con i Leones. La notizia più importante e più bella che arriva da Montilivi, però, è un'altra: il ritorno in campo di Yeary  Alvarez. Nello stadio del Girona, è ricominciata l'avventura del giovane difensore che ha lottato e finalmente sconfitto il cancro al testicolo. Una storia che ha emozionato la Spagna e non solo, una battaglia che ha vissuto di momenti critici, di una ricaduta che sembrava spezzare il sogno. Ma che alla fine ha lasciato spazio alla felicità più profonda.

L'ultima partita del centrale classe 1995 risaliva allo scorso 21 maggio: ultima giornata della Liga 2016/17, con l'Atletico Madrid che salutava - con una vittoria contro i baschi - il vecchio Vicente Calderon. Da quell'incontro, ci sono voluti 259 giorni per rivedere di nuovo Yeray con la maglia dei Rojiblancos.

Otto mesi e mezzo di attesa, scanditi dai cicli di chemioterapia. Che piano piano hanno lasciato spazio alle sgambate con l'Athletic B, agli allenamenti con la prima squadra, alle prime panchine nella Liga attuale. Fino al nuovo esordio, avvenuto in un giorno davvero speciale: il 4 febbraio è anche la Giornata Mondiale contro il Cancro. Una data dal valore simbolico pazzesco, per chi non ha mai smesso di credere alla possibilità non solo di sconfiggere il cancro, ma anche di tornare a giocare a calcio.

Liga, Yeray in campo dopo 259 giorni 

Sempre il 4 febbraio, ma del 2017, Alvarez era tornato in campo contro il Barcellona: un anno fa lo stop era stato di circa un mese e mezzo, dopo il primo intervento di orchiectomia prima di Capodanno. Da quel momento la situazione sembrava essersi stabilizzata, tanto che a fine stagione furono altre 17 le presenze del nazionale Under 21 spagnolo. Proprio mentre si preparava per l'Europeo di categoria con la Rojita, lo scorso giugno, la nuova doccia gelata: il cancro era tornato.

Saranno otto i mesi di inattività, durante i quali il 23enne talento basco si è sottoposto ai vari cicli di chemioterapia. Senza mai abbandonare la speranza di vestire ancora la maglia dell'Athletic. Ecco allora l'amichevole con la squadra riserve contro lo Swansea, poi il test con i croati dell'NK Rudes. Quindi l'attesa convocazione in prima squadra: due panchine contro l'Alaves, lo scorso 7 gennaio, e poi il 26 con l'Eibar. Fino ai 90 minuti contro il Girona. Sì, 90 minuti in campo dopo quasi un anno di assenza.

Mister Ziganda ne aveva ipotizzato al massimo 60, ma la forma atletica del giovane difensore ha stupito anche lui:

La sconfitta fa male, ma la notizia più grande è il suo ritorno. Sappiamo quello che ha passato e quanto ha faticato per tornare.

"Più speciale del mio esordio"

Allora eccole, le parole di Yeary a fine partita. Un inno alla determinazione, alla forza di volontà, alla resilienza:

Tornare a giocare in occasione della Giornata Mondiale contro il Cancro è un esempio del fatto che se ne può uscire. Quest'esperienza mi ha fatto crescere e sono felicissimo di essere tornato in campo.

Liga, Yeray in campo dopo 259 giorni d'assenza
Liga, Yeray era tornato in campo un anno fa contro il Barcellona: poi la nuova diagnosi e la lunga battaglia

Dopo 259 giorni di attesa, la Liga ha riabbracciato finalmente uno dei talenti difensivi più promettenti del calcio iberico:

Mi tremavano un po' le gambe, ma non ero nervoso. Sono contentissimo di essere tornato, è stato ancora più speciale del mio esordio assoluto.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.