Europei calcio a 5: chiusa la fase a gruppi più equilibrata di sempre

In undici edizioni, non si era mai segnato così poco, ma lo spettacolo è rimasto lo stesso. E che rimpianti per l'Italia: la Slovenia aveva vinto una sola partita dal 2003 a oggi.

Ricardinho ha incantato contro la Romania

292 condivisioni 7 commenti

di

Share

Una cosa è certa: non sappiamo come andranno a finire questi Europei di calcio a 5. Se vincerà la Spagna già sette volte campione o se la Russia riuscirà a interrompere la maledizione delle tre finali di fila perse.

Oppure se andrà a una squadra che non l'ha mai vinto. Se Ricardinho verrà ricordato non solo per i gol di rabona, ma anche per successi con il suo Portogallo, se il Kazakistan vincerà il primo titolo della sua storia, o se addirittura ci sarà una sorpresa assoluta.

No, questo non possiamo saperlo. Un'altra cosa, però, è certa: che, in attesa dei quarti di finale che scattano oggi, la fase a gruppi è stata l'edizione più equilibrata di sempre.

Europei di calcio 5, tutti i numeri della fase a gruppi

Breve storia della manifestazione. Nel 1996 si è giocata la prima edizione e hanno partecipato soltanto sei squadre. Dal 1999 al 2007, otto suddivise in due gironi. Dal 2010 a oggi, invece, sono dodici in quattro gruppi da tre. I dati sotto elencati riguardano l'ultimo periodo.

Pochi gol, tanto equilibrio

La Slovenia è la nazione ospitante

In dodici partite sono state segnate soltanto 54 reti, per una media di 4.5 a gara, record storico. Dal 2010 non si era mai andati sotto le 70.

Partite alla pari

La Francia ha fermato la Spagna

La Francia, all'esordio assoluto agli Europei di calcio a 5, è stata capace di fermare la plurititolata Spagna. Basterebbe questo per capire quanto il livello si sia assottigliato negli anni. Lo scarto di gol complessivo tra le squadre è stato di sole 14 reti. Per scarto si intende la differenza di reti tra una squadra e l'altra durante un singolo incontro, sommato poi con tutti gli altri. Non era mai stato così basso. Nel 2012 era di 24, ma si sono toccati anche picchi di 36 nel 2010.

Ricardinho al top

Ricardinho è la stella

Solo il Portogallo è riuscito a vincere il girone a punteggio pieno. Non era mai successo, a parte nel 2014, quando nessuna fece 6 punti. La Romania, invece, è l'unica a non aver fatto nemmeno un punto. Nel 2016 tre squadre chiusero a zero: Ungheria, Repubblica Ceca e Slovenia.

Tonfo Italia

Italia ancora sconfitta dalla Slovenia

Già, la Slovenia. Va bene che questa volta giocava in superiorità numerica, perché i 12 mila dell'Arena Stozice si sono rivelati il sesto uomo in campo, ma finora non aveva combinato un bel nulla. La Slovenia – qualificatasi come paese ospitante – aveva partecipato a cinque edizioni, incassando 11 sconfitte in 12 partite. E volete sapere contro chi centrò la prima, storica, vittoria? Nel 2014, proprio contro l'Italia. Stavolta, un pareggio all'esordio contro la Serbia e di nuovo una vittoria contro l'Italia. La seconda in 15 anni. Proprio così, ed è un boccone ancora più amaro da digerire.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.