Premier League, 26ª giornata: frena il City, bene United e Arsenal

Prime gare della 26esima giornata di Premier League: frena il City, bene United e Arsenal con i gol dei nuovi Sanchez e Aubameyang.

Aubameyang

603 condivisioni 1 commento

di

Share

Il sabato della 26esima giornata di Premier League si apre alle 13.30 nello storico "Turf Moor", casa del Burnley da ben 135 anni. I padroni di casa, autori fin qui di un eccellente cammino che li ha portati fino al settimo posto, ricevono il Manchester City capolista guidato da Pep Guardiola. La sfida si conclude 1-1, con l'islandese Gudmundsson che all'82' riesce a beffare Ederson pareggiando la rete che aveva aperto la gara, siglata da Danilo al 22' con una gran botta da fuori area.

Frena la capolista e ne approfittano i cugini del Manchester United, diretti inseguitori e galvanizzati dall'acquisto di Alexis Sanchez: il 2-0 con cui i Red Devils regolano l'Huddersfield all'Old Trafford arriva dopo che gli uomini guidati da Mourinho a lungo stentano a trovare un varco nella fitta difesa ospite. Dopo un primo tempo di studio, lo United passa al 55' con Lukaku e raddoppia al 68' con Alexis Sanchez: il cileno si guadagna un rigore, lo calcia e sbaglia, ma sulla respinta del portiere è rapido a ribadire in rete quello che è il suo primo gol con la maglia dei Red Devils.

Il West Bromwich Albion ultimo in classifica ospita il Southampton e si illude al 4' con un gol di Hegazy, difensore egiziano ex-Fiorentina. Sul finale di tempo arriva però l'uno-due ospite prima con Lemina (40') e poi con Stephens (43'), mentre la ripresa si apre al 55' con l'1-3 firmato da Ward-Prowse. Il gol di Rondon a venti minuti dal termine illude soltanto gli uomini di Pardew.

Alexis Sanchez festeggia il primo gol con la maglia dello United
Alexis Sanchez, autore del 2-0 che chiude la sfida contro l'Huddersfield.

Premier League, nella 26esima giornata spiccano Sanchez e Aubameyang

Nelle gare del pomeriggio spiccano due sfide che riguardano la zona-salvezza: lo Swansea ottiene un buon punto in casa del Leicester City (1-1) agganciando Newcastle (che gioca domani con il Crystal Palace) e Stoke, crollato in casa del Bournemouth per 2-1 nonostante l'immediato vantaggio firmato dopo appena cinque minuti dal fischio d'inizio da Xherdan Shaqiri.

Continua il rendimento altalenante del West Ham, che cade in casa del Brighton Hove & Albion con un netto 3-1: il "Chicharito" Hernandez risponde al vantaggio di Murray, ma nel secondo tempo i Seagulls passano ancora con Izquierdo e Gross. Con questi tre punti gli uomini guidati da Hughton agganciano gli Hammers in classifica a 27 punti.

Il sabato della Premier League si chiude con la sfida tra Arsenal e Everton all'Emirates Stadium: i Gunners trionfano per 5-1 grazie a uno scatenato Ramsey, in gol al 6°', al 19' e al 74'. In mezzo ci sono le reti di Koscielny (14') e soprattutto di Pierre-Emerick Aubameyang, che al 37' segna la sua prima rete con la maglia dell'Arsenal: costato oltre 63 milioni, l'ex-Borussia dimostra subito di poter essere un valore aggiunto nella corsa al quarto posto, attualmente occupato dal Chelsea di Conte, valido per andare in Champions League. I Gunners, in attesa delle partite di domani, sono sesti, distanti cinque punti.

Aubameyang festeggia il primo gol con la maglia dell'Arsenal
Aubameyang, esordio con il botto con l'Arsenal: in gol nel vittorioso 5-1 contro l'Everton.

Le gare di domani: c'è Liverpool-Tottenham

Ecco dunque che per i piani alti della classifica saranno molto importanti le gare che si giocheranno nella giornata di domani e lunedì: il Liverpool, terzo a 50 punti, ospiterà il Tottenham quinto e distante appena due punti dai Reds, mentre lunedì il Chelsea, anch'esso a 50 punti, visiterà Vicarage Road, tana dello Watford. Crystal Palace-Newcastle sarà invece un vero e proprio scontro-salvezza. Ecco il riassunto della 26esima giornata, dunque.

  • Burnley v Manchester City = 1-1
  • Bournemouth v Stoke City = 2-1
  • Brighton v West Ham = 3-1
  • Leicester v Swansea = 1-1
  • Manchester United v Huddersfield = 2-0
  • West Bromwich Albion v Southampton = 2-3
  • Arsenal v Everton = 5-1

Ed ecco i match ancora da giocare:

  • Domenica 4 febbraio, ore 15:15 - Crystal Palace v Newcastle
  • Domenica 4 febbraio, ore 17:30 - Liverpool v Tottenham Hotspur
  • Lunedì 5 febbraio, ore 21:00 - Watford v Chelsea

La classifica: City sempre primo, bagarre per Champions League e salvezza

In attesa delle tre sfide ancora da giocare, e che delineeranno meglio la lotta per la qualificazione in Champions League e quella relativa alla salvezza, in testa il Manchester City continua a guidare la Premier League con 69 punti, un margine che continua a restare ampio sui cugini del Manchester United, secondi a quota 56. A 50 punti si trovano Liverpool e Chelsea, mentre a 48 c'è il Tottenham: queste tre squadre precedono l'Arsenal, che ha una partita in più ed è sesto a 45 punti.

  1. Manchester City 69
  2. Manchester United 56
  3. Liverpool 50*
  4. Chelsea 50*
  5. Tottenham Hotspur 48*
  6. Arsenal 45
  7. Burnley 36
  8. Leicester 35
  9. Bournemouth 31
  10. Everton 31
  11. Watford 27*
  12. West Ham 27
  13. Brighton 27
  14. Southampton 26
  15. Crystal Palace 26*
  16. Newcastle 24*
  17. Swansea 24
  18. Stoke City 24
  19. Huddersfield 24
  20. West Bromwich Albion 20

* una gara in meno

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.