NFL, i numeri pazzi del Super Bowl: tra alette di pollo e biglietti

Nelle ultime ore alcuni biglietti saranno rivenduti a 22mila euro. E con le patatine fritte che saranno mangiate, si potrebbero riempire 39 boeing 747.

344 condivisioni 12 commenti

di

Share

Mancano poche ore ormai alla 52esima edizione del Super Bowl, la sfida tra New England Patriots e Philadelphia Eagles, che sarà trasmessa in esclusiva su FOX Sports nella notte tra domenica 4 e lunedì 5 febbraio a partire da mezzanotte, con il prepartita in studio (con Marco Russo, Giuseppe Cruciani e Nicola Roggero) che comincerà invece alle 23. Un appuntamento imperdibile, quello dall'US Bank Stadium di Minneapolis (Minnesota), che anche stavolta farà girare una montagna di soldi, piazzandosi molto probabilmente ancora in cima alla classifica di Forbes degli eventi sportivi più preziosi dell'anno.

Sono sempre numeri da capogiro quelli realizzati dall'appuntamento dell'anno NFL, alcuni dei quali veramente impressionanti: l'anno scorso sono state ben 111 milioni le persone che hanno assistito all'evento, anche se il record appartiene all'edizione del 2014, quando è stata toccata quota 114.

Ecco perché gli sponsor pagano sempre di più pur di apparire nel corso del Super Bowl, come spiega bene la statistica pubblicata da Kandar Media, secondo la quale il costo di uno spot nel corso della manifestazione più importante della NFL sia aumentato dell'87% negli ultimi dieci anni. Volete un esempio concreto? Per 30 secondi di annuncio pubblicitario le cifre viaggiano da un minimo di 5,05 a un massimo di 6 milioni di dollari: non stupisce dunque che la NBC, la catena televisiva che ha acquisito i diritti negli Stati Uniti, paghi in media 950 milioni di dollari annuali, impiegando nel corso della partita 500 persone, 106 telecamere e 805 chilometri di cavi.

NFL, Super Bowl: biglietti e premi partita

Molte persone però non si accontenteranno di assistere alla partita dalla televisione. Ben 73mila riempiranno infatti l'US Bank Stadium (che generalmente ha una capienza di 66665 spettatori), il cui costo è stato di oltre un miliardo di dollari (1,061 per la precisione). E tutti gli appassionati di NFL che sono riusciti ad avere un posto (la temperatura della giornata varierà tra i 12 e i 21 gradi), hanno speso dai 950 a 5000 dollari pur di assicurarsi un biglietto per l'evento, senza considerare poi coloro che hanno fatto l'investimento, per poi rivendere i tagliandi online, a prezzi che in media oscillano sui 6000 dollari.

Sottolineiamo "in media", perché arrivati in prossimità dell'evento (e considerato quanto accaduto in passato), c'è la concreta possibilità che vengano spesi fino a 22mila dollari pur di acquistare in extremis un biglietto di qualità, e assistere dallo stadio alla sfida tra Eagles e Patriots.

A proposito, anche i giocatori delle due squadre non vedono l'ora che arrivi l'evento, non solo per l'adrenalina che solo sfide di questo tipo possono garantire, ma pure per il denaro che incasseranno: ogni giocatore della squadra vincitrice riceverà infatti 112 mila dollari (5000 in più a rispetto a quanto intascarono l'anno scorso i Patriots, vincitori del 51esimo Super Bowl). Per quanto riguarda i giocatori della squadra che uscirà sconfitta, beh, loro si dovranno "accontentare" di 56mila dollari a testa.

Alette di pollo, patatine e bevande

Ovviamente, così come accade all'interno di ogni stadio statunitense che si rispetti, gireranno cibi e bevande di ogni tipo, per assecondare le voglie dei tifosi. Secondo le previsioni durante la partita saranno consumate 1,035 milioni di alette di pollo, accompagnate da 14 milioni di patate fritte: negli anni passati era stato calcolato che con le patate mangiate durante il Super Bowl si sarebbero potuti riempire 39 boeing 747.

Per quanto riguarda il guacamole, la salsa a base di avocado, sarà gustata per un totale di 3 tonnellate e mezza. Ma ciò che andrà più a ruba sarà la pizza americana, visto che ne saranno vendute più o meno 4 milioni solamente nel giorno della partita tra Eagles e Patriots.

Con tutto questo cibo, chiaramente, bisogna trovare anche il modo di bere qualcosa. E cosa c'è di meglio di quei 52 milioni di litri di birra che saranno consumati durante la sfida? Andiamo ad analizzare poi altre statistiche molto curiose: una di queste ad esempio riguarda il comportamento degli americani, perché è stimato che il 10% della popolazione statunitense il lunedì successivo chiamerà il proprio capo per comunicare di non sentirsi bene, e quindi di non potersi presentare a lavoro. Di questi percentuale, il 15% non avrà alcun problema, visto che anche il suo datore di lavoro avrà utilizzato la stessa identica scusa. Altre curiosità: il giorno del Super Bowl è quello con meno matrimoni negli Stati Uniti. I temerari che scelgono quella data, evidentemente, non hanno particolari ambizioni sul numero di presenti alle nozze.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.