Liga, notte da Pazzi...ni! Il Levante ferma sul 2-2 il Real Madrid

La squadra di Zidane non riesce a cogliere la terza vittoria di fila in campionato venendo punita da un gol nel finale dell'attaccante italiano, all'esordio in Liga.

4k condivisioni 63 commenti

di

Share

Riprendere da dove si è lasciato. È questo l'imperativo categorico del Real Madrid, impegnato al Ciutat de Valencia contro il Levante per 22esima di Liga. Proprio da Valencia, non più di una settimana fa, la squadra di Zidane ha infatti battuto 4-1 la truppa Marcelino cogliendo la seconda vittoria consecutiva in campionato, mettendosi alle spalle l'eliminazione in Coppa del Re per mano del Leganes.

Nonostante un buon avvio, con il primo gol di Sergio Ramos in campionato, i blancos vengono ripresi da Boateng nel finale di primo tempo. Nella ripresa il gol di Isco all'80' sembrava aver rimesso a posto le cose, ma un incredibile gol all'esordio di Giampaolo Pazzini regala un punto d'oro alla squadra di Muniz, che sale così a quota 20 punti. Pensare a un ingresso del genere, anche per un inguaribile ottimista come il Pazzo, era davvero impossibile.

Liga, il racconto di Levante-Real Madrid

Dopo una partenza soft, il Real Madrid va avanti praticamente al primo tiro in porta: su calcio d'angolo battuto da Toni Kroos svetta più alto di tutti Sergio Ramos, al rientro in campo in campionato dopo un mese e mezzo e al primo gol in campionato (e pensare che un anno fa a quest'ora era già a quota 6). Il capitano blanco diventa così il primo difensore della storia a segnare in 14 edizioni della Liga, superando Larrazabal fermo a quota 13 e arrivando complessivamente a quota 50 con il Real nel massimo campionato spagnolo.

La gara continua con la squadra di Zidane padrona del campo, mentre il Levante non riesce quasi mai a vedere la palla girando spesso a vuoto. Il primo sussulto dei padroni di casa è un destro dalla lunga distanza tentato da Ivi Lopez, finito abbondantemente sul fondo. A 3' dalla fine della prima frazione ecco che arriva il clamoroso pareggio firmato Boateng, bravo a seguire l'azione dopo l'uscita di Keylor Navas su Morales e a segnare per la prima volta in carriera in Liga.

Pazzini-gol all'esordio

Rientra meglio il Levante, ancora carico di adrenalina dopo il pareggio nel finale di primo tempo. Il Real Madrid si fa vedere per la prima volta con un calcio di punizione di Cristiano Ronaldo, deviato in calcio d'angolo dalla barriera. Pallone d'oro ben più pericoloso al 56', quando scaglia verso la porta un pallone raccolto in mezzo all'area deviato da un difensore avversario.

Dall'altra parte grande chance in contropiede per la squadra di Muniz, con Lerma fermato solamente da un'uscita provvidenziale di Keylor Navas. Il tempo passa e il Real non riesce a sfondare, rendendosi pericoloso con un destro timido del neo entrato Isco. Da qui in poi i blancos crescono, sfiorando il gol del vantaggio con Benzema prima e un altro colpo di testa di Sergio Ramos poi. 

Il tanto cercato sorpasso arriva a 10' dalla fine, grazie alla fucilata di Isco servito in area tutto solo da Benzema. Per l'ex Malaga è il quinto gol segnato in carriera al Levante, diventata ora la sua vittima preferita davanti al Betis.

Le emozioni non sono finite qui, poiché negli ultimi minuti i padroni di casa sfiorano clamorosamente il pareggio con il colpo di testa di Roger, dimenticato in area di rigore ma impreciso da pochi metri. Bisogna aspettare qualche altro minuto per arrivare ad un incredibile epilogo: servito in profondita da Koke, il neo entrato Giampaolo Pazzini buca Keylor Navas e fa esplodere il Ciutat de Valencia, trovando un gol all'esordio spagnolo che difficilmente lo farà dormire questa notte.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.