Chapecoense, tifosi Nacional deridono la tragedia: il club chiede scusa

Durante il match di Copa Libertadores, alcuni sostenitori uruguaiani hanno schernito l'incidente del novembre 2016. La società di Montevideo parla di "menti malate".

487 condivisioni 35 commenti

di

Share

"Menti malate". Il Nacional definisce così il gruppo di propri tifosi che ha deriso la tragedia aerea della Chapecoense. Un episodio vergognoso, andato in scena nell'ultima sfida tra le due squadre in Copa Libertadores. E che ha indotto la Conmebol ad aprire un'inchiesta per analizzare i filmati - che nel frattempo si sono diffusi a macchia d'olio sui social - e valutare se punire lo stesso club di Montevideo. Gli uruguaiani intanto si sono scusati ufficialmente con una lettera, pubblicata su Twitter, indirizzata alla società brasiliana.

Le due formazioni si stavano affrontando all'Arena Condá di Chapecó, per l'andata del secondo turno della massima competizione sudamericana. Per la cronaca, il match ha visto vincere gli ospiti per 1-0, grazie alla rete al 74' di Santiago Romero. Il ritorno è in programma nella notte italiana tra il 7 e l'8 febbraio, al Gran Parque Central di Montevideo.

A far discutere, più che la partita, è stato il comportamento di alcuni sostenitori dei Bolsos. I video condivisi da numerosi utenti sui social mostrano tifosi sparsi che imitano un aereo che vola e che poi precipita. Il vergognoso riferimento è ovviamente alla tragedia del 26 novembre 2016, quando la Chapecoense si stava recando in Colombia per la finale di Copa Sudamericana contro l'Atletico Nacional: l'incidente costò la vita a 71 persone, mentre 6 si salvarono. Tra loro anche tre giocatori: Neto, Jackson Follman e Alan Ruschel.

Chapecoense, le scuse del Nacional: "Si tratta di menti malate"

La Confederazione sudamericana, come anticipato, sta passando al vaglio le immagini per decidere se infliggere una penalizzazione al Nacional. Il club uruguaiano ha stigmatizzato duramente il comportamento dei propri tifosi, in una lettera indirizzata al presidente della Chapecoense, Plinio David de Nes Filho:

Esprimiamo tutto il nostro più profondo sentimento di vergogna, vi invitiamo ad accettare le nostre più sentite scuse, di fronte al gesto orribile e da condannare commesso da una parte della nostra tifoseria. Purtroppo, molti menti malate sfogano la loro irrazionalità in ambito sportivo.

Lo stesso Nacional ha quindi annunciato di aver avviato indagini parallele, per individuare i responsabili:

Come club abbiamo compiuto grandi sforzi per evitare questo tipo di episodi. Proprio per questo, anticipiamo che stiamo portando avanti delle indagini per far sì che i responsabili ricevano le pene più severe.

Secondo quanto riportato da GloboEsporte, nel post partita alcuni tifosi uruguaiani hanno poi lamentato danni inferti alle proprie automobili, da parte di alcuni sostenitori brasiliani. Quanto avvenuto nel match di Copa Libertadores non è il primo episodio di scherno nei confronti della tragedia della Chape. Lo scorso anno, si sono verificate situazioni simili sia in Brasile - da parte della torcida del Criciuma - che in Portogallo.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.