Maradona, niente visto per gli Stati Uniti: chiamò Trump "burattino"

In un'intervista a TeleSur l'attuale allenatore dell'Al-Fujairah aveva apostrofato il presidente statunitense come "chirolita". La vicenda svelata dal suo legale.

494 condivisioni 18 commenti

di

Share

Laddove non riuscivano gli avversari sul campo, riesce la burocrazia. Gli Stati Uniti hanno negato il visto per l'accesso entro i propri confini all'ex stella del calcio argentino Diego Armando Maradona. La ragione del provvedimento? Alcune dichiarazioni fuori dalle righe rilasciate dal Pibe de Oro alla rete venezuelana "TeleSur", nelle quali aveva connotato negativamente il presidente USA Donald Trump.

A raccontare l'accaduto è stato l’avvocato di Maradona, Matias Morla, intervenuto nel corso del programma "Buenos Dias America". L'ex calciatore di Napoli e Barcellona avrebbe dovuto raggiungere gli Stati Uniti per presentarsi in tribunale a Miami in tribunale nell’ambito della causa intentata contro l’ex moglie Claudia Villafane, ma non ha ottenuto il visto necessario per l'accesso sul territorio statunitense.  La causa? Le dichiarazioni rilasciate dall'attuale allenatore dell'Al-Fujairah a TeleSur, nelle quali aveva apostrofato Trump con un termine offensivo: "Chirolita".

Una parola che in italiano corrisponde a "marionetta" o "burattino". Certamente, non un raffinato complimento.  A circoscrivere le ragioni del visto negato è stato lo stesso Morla, che ha rivelato anche un retroscena in un'intervista rilasciata al conduttore di "Buenos días América", Antonio Laje:

Quando stavamo per ottenere il visto, Diego disse che Trump era una marionetta. Gli avevo chiesto di non parlare degli Stati Uniti nella sua intervista. E invece oggi mi trovo a rappresentarlo in questo processo.

"Trump? Una marionetta": gli Stati Uniti negano il visto a Diego Armando Maradona

L'ambasciata americana Maradona, che oggi allena negli Emirati Arabi, non potrà quindi entrare negli Stati Uniti per assistere al processo. Galeotto fu un termine popolare come "chirolita", che in Argentina ha avuto ampia eco dagli anni '70 in poi grazie al ventriloquo Ricardo Gamero, famoso per l'abitudine di andare in scena con una marionetta che agitava ripetutamente. Un concetto che lo storico numero 10 del calcio argentino ha associato a Trump, con esiti nefasti.

Diego Armando Maradona ai recenti sorteggi per Russia 2018
Diego Armando Maradona ai sorteggi per Russia 2018: è nei guai con gli Stati Uniti

L'ambasciata ha deciso di negargli il visto, in una situazione personale già complicata dall'appoggio dichiarato di Maradona al presidente venezuelano Nicolas Maduro, posizione sgradita agli USA. Nella causa intentata contro la sua ex moglie Claudia Villafane ci sarà il suo avvocato Matias Morla, che incontrerà poi il Pibe de Oro a Dubai per aggiornarlo sugli esiti dell'udienza.

Per Diego non si tratta della prima esclusione forzata dal territorio statunitense: sul campo era già accaduto. Mondiali di calcio 1994, positività all'efedrina- nota all'epoca con il triste nomignolo de "il doping dei disgraziati" - in un controllo antidoping durante la kermesse iridata e addio alla competizione con l'Argentina.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.