FIGC, Roberto Fabbricini viene nominato commissario straordinario

Il segretario generale del Coni ha ricevuto l'incarico dalla giunta che si è riunita al Foro Italico. Malagò sarà nominato commissario della Lega Serie A.

FIGC, Fabbricini diventa commissario

31 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il processo di rifondazione del calcio italiano riparte da Roberto Fabbricini e Giovanni Malagò, che per i prossimi sei mesi saranno ufficialmente i commissari straordinari della FIGC e della Lega di Serie A.

Lo scorso 29 gennaio, le votazione non ha permesso di eleggere un presidente per la Federcalcio fra i tre candidati Sibilia, Gravina e Tommasi. Per questo motivo, l'ipotesi del commissariamento è diventata una necessità.

Il presidente del Coni Malagò ha quindi convocato una riunione d'urgenza per questo pomeriggio, dalla quale è emerso che il ruolo di commissario della FIGC sarà affidato a Fabbricini, che da 5 anni è il segretario generale del Comitato Olimpico.

Fabbricini, il neo commissario federale
Fabbricini nominato commissario straordinario della FIGC

FIGC, Fabbricini nominato commissario straordinario

A completare la squadra che dovrà guidare la federazione almeno fino al termine del commissariamento (fissato per il 30 luglio), ci saranno due subcommissari: Alessandro Costacurta e l'avvocato Angelo Clarizia.

Nel ruolo di consulenti saranno presenti anche il professor Massimo Proto e Alberto De Nigro, che in passato fu presidente del Collegio dei revisori dei conti del Coni. A commentare la decisione sono arrivate subito le parole di Malagò.

Il commissariamento era un passo obbligato e i curricula di Fabbricini, Costacurta e Clarizia parlano da soli. 

Dopo le parole del Presidente del Coni, sono arrivate anche quelle dello stesso Fabbricini, che ha subito rivelato che il suo primo atto nel nuovo ruolo sarà la nomina di Malagò a commissario della Lega di A, con il supporto di Paolo Nicoletti e Bernardo Corradi.

È un onore per me potermi mettere al servizio dello sport, non sono uno sconosciuto nel mondo del calcio né un carneade. Vogliamo ridare al paese l'amore per la Nazionale.

Accettando di diventare commissario federale, Fabbricini ha rinunciato a partecipare alla spedizione in Corea per le Olimpiadi invernali. Ma secondo lui, questo era un atto dovuto per il tanto lavoro che c'è da fare in FIGC, come ad esempio scegliere il nuovo ct che siederà sulla panchina dell'Italia già nelle amichevoli contro Inghilterra e Argentina, in programma a fine marzo.

I nomi per i candidati al ruolo di nuovo ct li conoscete già, a breve inizieremo dei colloqui. Il nome di Di Biagio è un'ipotesi, ma devo prima confrontarmi con Costacurta.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.