Calciomercato Roma: ecco perché il Chelsea ha rinunciato a Dzeko

Il trasferimento del bosniaco dalla Roma al Chelsea, che fino a una settimana fa sembrava cosa fatta, salta. Ecco i motivi della rottura.

1k condivisioni 72 commenti

di

Share

Il calciomercato invernale sta per concludersi ed ecco che vengono definiti alcuni affari di cui gli addetti ai lavori parlavano da tempo. Sembra ormai definita la trattativa che Roma e Chelsea avevano intavolato per il trasferimento in Premier League di due calciatori giallorossi, il terzino italo-brasiliano Emerson Palmieri e il centravanti bosniaco Edin Dzeko.

Ebbene, mentre il primo a breve sarà a Londra per firmare con i Blues e mettersi a disposizione di Antonio Conte, per il secondo la trattativa si è definitivamente arenata. Poco più di una settimana fa questa doppia trattativa sembrava avere un finale già scritto: il Chelsea aveva offerto 20 milioni (più 8 con vari bonus) per Palmieri e 30 per Dzeko, capocannoniere con 29 reti dello scorso campionato di Serie A.

Due cessioni dolorose per i giallorossi, che però per quanto riguarda l'attaccante bosniaco si trovavano nella necessità di fare cassa con un giocatore che il prossimo 17 marzo festeggerà i 32 anni. Il Chelsea avrebbe invece trovato una valida alternativa a Morata, unica punta di ruolo affidabile agli ordini di Conte. Un affare dunque che avrebbe accontentato tutti meno forse i tifosi giallorossi, preoccupati dall'indebolimento di una squadra ancora in corsa su diversi obbiettivi.

Edin Dzeko in azione con la maglia della Roma
Niente Chelsea per Dzeko: il bosniaco resterà alla Roma

Calciomercato Roma: Dzeko-Chelsea, ecco perché non si farà

E invece niente da fare. La firma, che nei primi giorni di trattativa sembrava essere quasi una formalità, non arriverà. Fino a fine stagione almeno, dunque, Edin Dzeko dovrebbe rimanere, salvo clamorosi colpi di scena, il centravanti titolare della Roma. Che non incasserà i milioni previsti ma potrà evitare che le tensioni tra società e tifoseria si aggravino. 

Dietro il mancato trasferimento del bosniaco a Londra ci sarebbe proprio il giocatore, che avrebbe richiesto ai Blues - riporta Gianluca Di Marzio di Sky Sport - un ingaggio notevole anche per quelle che sono le ricche cifre del calciomercato inglese: 7 milioni di euro all'anno fino a giugno 2021, vale a dire per i prossimi tre anni e mezzo. Un contratto considerevole, che meritava più di una riflessione da parte del club guidato da Roman Abramovich.

Dopo infruttuosi tentativi di dialogo tra giocatore e club, che avevano fatto scemare già nei giorni scorsi le possibilità che il passaggio di Dzeko alla corte di Conte si concretizzasse, il no definitivo pare sia arrivato domenica sera: Abramovich ha visto il bosniaco all'opera contro la Sampdoria e ha deciso di non venire incontro alle sue richieste. Praticamente impossibile che la trattativa, a pochssimi giorni dalla chiusura del calciomercato, possa riaprirsi: la Roma manterrà in organico il suo centravanti titolare, mentre la Serie A  avrà ancora il suo capocannoniere in carica tra i protagonisti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.