Serie B, Frosinone e Palermo: lotta a due, con l'Empoli in scia

Il torneo entra nella fase calda: rosanero e ciociari a braccetto, ma i toscani di Andreazzoli restano in corsa. Si parte con gli scontri diretti.

Serie B, Frosinone e Palermo davanti a tutte: il quadro della classifica

143 condivisioni 5 commenti

di

Share

C'è quasi un filo rosso che lega il recente passato e il presente delle parti basse della Serie A e delle zone nobili del campionato di Serie B. Già, perché se da un lato la massima serie vede nelle ultime tre piazze le neopromosse Benevento, Hellas Verona e SPAL, in cadetteria due formazioni retrocesse nella scorsa primavera come Palermo e Empoli occupano il podio. Sarebbe quasi un plein, se non fosse per le difficoltà sin qui riscontrate dal Pescara di Zeman, terza formazione scesa in serie B circa sette mesi fa.

Palermo-Brescia 2-0, siciliani primi con il Frosinone
Palermo-Brescia 2-0, siciliani primi in serie B con il Frosinone

Il trend è quello ribadito già dagli ultimi campionati: chi conferma l'ossatura dell'annata precedente riscontra meno difficoltà. Ricetta semplice, quanto complicata da seguire in tempi di bilanci da rispettare e rivoluzioni all'ordine del giorno. Così, al vertice della classifica di Serie B troviamo non a caso Frosinone e Palermo: i canarini hanno risposto con il colpo esterno di Cittadella alla vittoria interna dei siciliani di sabato contro il Brescia. Squadre che viaggiano a braccetto, accomunate non solo dai punti in classifica (43 dopo 23 turni) e da un'ossatura di vecchia data: Longo spedisce in campo una formazione-tipo che per 8/11 risponde a quella della scorsa stagione, mentre i siciliani hanno inserito elementi di esperienza e qualità come Coronado e Bellusci in una rosa di titolari che ricorda da vicino l'11 dell'annata precedente.

Alle spalle del Frosinone, a quota 15 risultati utili di fila, e del Palermo - miglior difesa del torneo con appena 17 reti al passivo - c'è appunto l'Empoli, distanziato di tre punti: curioso incrocio, quello tra i rosanero e i toscani. Nell'ultimo atto della Serie A 2016/2017, sono stati proprio Nestorovski e compagni a spedire i toscani in Serie B con una inattesa vittoria interna al "Barbera". La dirigenza guidata da Fabrizio Corsi ha deciso di rilanciare: via i senatori, eccezion fatta per Manuel Pasqual, fiducia ai giovani in difesa e alla qualità in attacco, con il duo formato da Francesco Caputo e Alfredo Donnarumma che in coppia hanno sin qui realizzato 30 reti in due. Il sonante 4-0 rifilato al Bari sul terreno del San Nicola è il manifesto della stagione: nel passaggio di consegne tra Vincenzo Vivarini ad Aurelio Andreazzoli in panchina, la squadra ha cambiato pelle, passando al 4-3-1-2, e marcia. 

Serie B, tutti a caccia di Frosinone e Palermo

C'è però un dato nel quale Frosinone e Palermo sono agli antipodi: quello riguardante gli spettatori. Se in Ciociaria il nuovo Benito Stirpe rasenta il sold out sugli spalti in ogni partita casalinga, ai piedi del Monte Pellegrino si lotta contro il generale disinnamoramento che gli ultimi eventi sportivi hanno dettato, fino a portare la società a sposare la politica dei prezzi stracciati a partire dalla prossima partita. Biglietti a 2 euro in curva e 5 in tribuna a partire dalla prossima partita interna: questa la scelta del presidente Maurizio Zamparini.

Chi invece sta cercando la sterzata alle spalle del tris di vetta è il Parma: gli arrivi di Gazzola, Vacca e Ciciretti nella sessione invernale di calciomercato sono la chiara testimonianza della volontà societaria, il 3-0 al Novara ha rappresentato la prima pietra nel cammino verso le prime due piazze. Alla pari con i ducali, a quota 35, c'è la Cremonese: esperienza è la parola chiave nell'organico dei grigiorossi lombardi, basati su una difesa solida (21 reti al passivo) e sulla classe di Paulinho. Chi invece sta facendo cilecca negli scontri diretti è il Bari di Fabio Grosso: un solo punto contro le squadre di vertice, lo 0-4 incassato dall'Empoli che ha messo a nudo la vulnerabilità del pacchetto arretrato e una vittoria nelle ultime sette partite di campionato sono il controcanto di una rosa che aveva stupito nei primi tre mesi. Nel prossimo turno sarà sfida tra campioni del mondo contro il Venezia di Filippo Inzaghi, con punti preziosi in palio tra formazioni alla ricerca di nuove sicurezze.

21 dicembre 2017, Bari-Parma 0-0
21 dicembre 2017, 20^ giornata di serie B: Bari-Parma 0-0

Prossimo turno, via agli scontri diretti

Proprio Empoli-Palermo sarà il piatto forte del prossimo turno di Serie B: per l'esattezza, l'antipasto. Si giocherà venerdì sera al "Castellani": al termine della regular season mancheranno ancora 18 turni, ma la sfida sa già di crocevia. Una vittoria esterna alimenterebbe le certezze dei siciliani e scaverebbe un primo solco tra il duo di vetta e le dirette inseguitrici, oltre a permettere a Tedino di superare il record di match senza sconfitte consecutive fuori casa in cadetteria. Al contrario, un successo dei toscani attesterebbe Krunic e compagni come candidati altrettanto seri per la promozione diretta. A Frosinone, invece, arriverà il Pescara, forse la maggior delusione di stagione: il progetto "giovani e spensierati" sostenuto da una vita da Zdenek Zeman sta riscontrando inattesi rallentamenti dopo un avvio-lampo, condito da un secco 5-1 al Foggia. Undicesima posizione a quota 31 punti, ma con i playoff distanti appena un gradino: nella Serie B più equilibrata degli ultimi anni, con appena 23 punti tra l'ultimo posto dell'Ascoli e la vetta, tutto è possibile.

La classifica del campionato

Palermo, Frosinone 43;  Empoli 40; Parma, Cremonese 36; Cittadella 35, Bari 35; Venezia, Carpi 32; Pescara, Spezia 31; Perugia 30; Avellino, Salernitana 30; Novara 27; Foggia 25; Entella, Cesena 24; Brescia 23; Ternana 22, Pro Vercelli 21; Ascoli 20.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.