Serie A, da Crotone a Milano: domenica da incubo per arbitri e Var

Dal gol di Cutrone alla rete negata a Ceccherini, passando per il tocco di mano di Koulibaly: dal punto di vista arbitrale, una giornata da dimenticare.

86 condivisioni 11 commenti

di - | aggiornato

Share

Alzi la mano chi... No, forse questa non è l'espressione più giusta per commentare il fattaccio di San Siro. Un vantaggio rossonero avvolto da un alone di polemiche che fatica ad andar via. Il motivo? L'evidente gomitata rifilata da Cutrone al pallone che termina in rete e porta in vantaggio il Milan di Gattuso. Lì per lì nessuno se n'era accorto. Poi il replay ha portato tutto alla luce.

La Lazio, fino a questo momento, è stata una delle squadre più penalizzate dall'utilizzo della Var in Serie A. Vedi alla voce: rigore concesso alla Fiorentina al 90' su un dubbio fallo di Caicedo; vedi alla voce: sliding doors contro il Torino, niente rigore (solare) ed espulsione di Immobile. Le parole di un esasperato Inzaghi riassumono l'umore in casa Lazio: "Da qua alla fine vorrei perdere sul campo e non per colpa della Var".

La Serie A fa i conti con la Var, che a sua volta fa i conti con le critiche: una pioggia incessante e giustificata dai tanti errori di questi primi mesi, in cui forse si pensava che la tecnologia sarebbe stata la panacea per ogni male arbitrale. Così non è stato. E in questa giornata ne sono successe di tutti i colori. L'episodio di San Siro, infatti, è solo l'ultimo di una sfortunata serie di eventi cominciata già nel primo pomeriggio. 

Serie A, non solo Milan-Lazio: gli altri errori arbitrali

L'obiettivo si sposta sul San Paolo, zoommata su Koulibaly: Palacio prova il destro, il pallone impatta il braccio del difensore del Napoli. Anche dalla traiettoria successiva della sfera si intuisce l'irregolarità, ma nessun rigore per il Bologna. Che invece ne subisce uno contro. Callejon entra nell'area rossoblù, Masina lo tocca leggermente sulla spalla, lo spagnolo va giù: tiro dagli undici metri e ira funesta del pelide Donadoni. 

Serie A, tante polemiche in Napoli-Bologna
Donadoni mentre cerca di contenere l'ira funesta.

E le polemiche in Serie A non finiscono qui: la sfida tra Crotone e Cagliari è stata condita da diversi errori o presunti tali, a cominciare dal penalty assegnato alla squadra calabrese, forse troppo generoso. Pochi istanti prima della fine del primo tempo, poi, arriva l'espulsione di Pisacane per un fallo che, a detta di molti, avrebbe meritato solamente il giallo. E il match dello Scida si chiude con il gol annullato al Crotone al 90': Ceccherini insacca di testa, rete negata per fuorigioco. Inesistente. Forse, in questo caso, è stata considerata attiva la posizione di Budimir e Capuano. Ma i dubbi restano.

Una giornata nera, lo schermo della Var che si oscura: nessun segnale, solo polemiche. La tecnologia avrebbe dovuto spegnerle, non alimentarle. Avrebbe dovuto portare equilibrio nel calcio, non lasciarlo nelle tenebre dell'incertezza. Arrivati alla 22esima giornata di Serie A, il rapporto tra la Var e la Serie A stenta ancora a decollare.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.