Liga, il Real Madrid sbanca il Mestalla: 4-1 al Valencia

Seconda doppietta consecutiva per CR7, poi Marcelo e Kroos: i blancos si mettono alle spalle la figuraccia in Copa del Rey ed espugnano il Mestalla.

2k condivisioni 42 commenti

di

Share

Incerottato ma decisivo. Due gol su rigore, tutti nel primo tempo: al Mestalla, il protagonista principale è Cristiano Ronaldo. Nel giorno del ritorno della BBC, il Real Madrid supera il Valencia a domicilio e si mette alle spalle lo scivolone di Coppa contro il Leganes. Il 4-1 porta la doppia firma del portoghese, al 16' e al 38': l'occhio fa ancora i conti coi lividi post Deportivo, ma la mira dal dischetto è la solita di sempre. Al 58' match Santi Mina riapre il match, Marcelo e Kroos siglano poi il poker all'84 e all'89'.

Ora sono 8 i centri in Liga di CR7, 20 tondi tondi quelli stagionali. E dal dischetto, il Pallone d'Oro raggiunge e supera le 100 trasformazioni in carriera. Un "ringraziamento" speciale, da parte sua, va a Montoya: a stendere ingenuamente in area lo stesso Ronaldo e poi Benzema, è proprio l'ex terzino dell'Inter.

Dopo la figuraccia in coppa, Zidane può respirare: le merengues salgono a 38 punti e si portano a -2 proprio dalla formazione di Marcelino (con una partita ancora da recuperare). Per il Valencia è il secondo ko consecutivo e il secondo interno in questa Liga. Momento delicato per i Pipistrelli, nella prima tappa del tour de force che li attende: Atletico Madrid e derby col Levante in campionato, doppia sfida con il Barcellona nella semifinale di Copa del Rey.

Liga, doppio Cristiano Ronaldo: Real Madrid corsaro a Valencia

Il primo centrale, il secondo all'angolino: cambia la forma, ma non la sostanza. Cristiano Ronaldo festeggia la seconda doppietta consecutiva, la terza in questa Liga. E tira fuori il Real Madrid dallo choc di essere stati buttati fuori dalla Copa dal Leganes. Quella del Mestalla è una vittoria pesante, che coincide con il ritorno dal primo minuto della BBC dopo 279 giorni: l'ultima volta del tridente delle stelle nell'once de gala risaliva al Clasico dello scorso 23 aprile. Il successo dell'undici di Zidane è però sofferto, conquistato grazie alle ripartenze nel primo tempo e agli errori grossolani in area di rigore di Montoya.

Marcelino, lì dietro, ha fatto di necessità virtù: senza Murillo, Gabriele Paulista e Ruben Vezo, il tecnico dei Murcielagos è stato costretto ad affidarsi a Coquelin come partner di Garay. Scelta tutta tecnica, invece, per quanto riguarda Simone Zaza: terza panchina consecutiva in campionato per l'attaccante italiano, in campo solamente nel quarto d'ora finale. Al suo posto c'è Santi Mina, al terzo centro consecutivo in questo 2018: il suo colpo di testa al 58' mette paura al Real, ma per i padroni di casa sarà solo un'illusione.

Con due azioni corali che si sfidano per bellezza, il Real Madrid dilaga nel finale: Marcelo conclude splendidamente una doppia triangolazione con Asensio, Kroos buca Neto al termine di uno scambio velocissimo e iper tecnico. Ancora prima, Cristiano Ronaldo aveva sfiorato la tripletta personale in ben tre occasioni. Una vera e propria boccata d'ossigeno, insomma, per Zidane e i suoi: il poker in casa del Valencia è un messaggio sia alle rivali per la Champions League che per lo stesso PSG.

Liga, Valencia v Real Madrid: Santi Mina esulta dopo la rete che accorcia le distanze
Liga, Valencia v Real Madrid: Santi Mina accorcia al 58'

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.