Football, Vince McMahon (WWE) riporta in vita XFL: nel 2020 il ritorno

Ufficiale il ritorno in vita della lega professionistica statunitense di football americano, nata (e morta) nel 2001: l'annuncio da parte del proprietario della WWE.

387 condivisioni 7 commenti

di

Share

Fino a poco tempo fa erano solamente rumors, ora le voci di corridoio sono diventate realtà. Vince McMahon, il proprietario della WWE, nonché uno degli uomini più ricchi del pianeta (secondo Forbes il suo patrimonio stimato è di 1,63 miliardi di dollari), ha riportato in vita X Football League (per tutti semplicemente XFL) una lega professionistica statunitense che era stata fondata nel 1999, per poi andare sul campo effettivamente nel 2001.

Si è trattata dell'unica stagione agonistica della sua vita, perché il progetto non ebbe successo. Ora il Chairman della World Wrestling Entertainment ci riprova, con un'esperienza diversa e con due anni di tempo per prepararsi, visto che il progetto vedrà effettivamente vita nel 2020.

Le indiscrezioni erano cominciate a filtrare già dal momento in cui, intorno alla metà di dicembre, aveva fondato una nuova compagnia, la Alpha Entertainment, finanziata attraverso la vendita di 3,340 milioni di quote della WWE di tipo "Class A" (valore di circa 100 milioni di dollari).

XFL, Vince McMahon (WWE) ci riprova con il Football

La conferma ufficiale è arrivata attraverso una conference call andata in diretta in tutto il mondo sui canali social ufficiali dell'Alpha Entertainment, in cui mister McMahon si è sottoposto alle domande dei giornalisti. Il magnate statunitense ha sottolineato come non ci sia nessun legame tra questa nuova iniziativa e la WWE, così come - su domanda precisa in cui era stato tirato in ballo il suo amico Donald Trump - ha spiegato che anche la politica non ha niente a che vedere con la XFL.

Per quanto riguarda la competizione, sarà ricca di innovazioni rispetto alla normale concezione del Football (che in tutto il mondo risponde ovviamente al nome di NFL): le partite dureranno due ore, non ci sarà intervallo e il gioco sarà più veloce e adatto alle famiglie.

I fan saranno al centro del progetto XFL (un po' la stessa linea intrapresa con il wrestling soprattutto negli ultimi anni) e saranno 8 le squadre a partecipare, ognuna composta da 40 atleti: si disputeranno complessivamente 13 partite, tutte nel corso dei 7 mesi in cui non giocherà la NFL.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.