Cristiano Ronaldo: "Con la Champions League comunque un anno magico!"

Lunga intervista rilasciata dal fenomeno portoghese al quotidiano sportivo cinese, Dongqiudi, che lo ha eletto calciatore dell'anno per la terza volta consecutiva.

Cristiano Ronaldo calciatore dell'anno

571 condivisioni 10 commenti

di

Share

Non basta la bacheca piena a placare la fame di successi di Cristiano Ronaldo. Non bastano i confini europei ad arginare il talento di chi ha conquistato tutto il mondo. Dal Portogallo fino in Cina, dove CR7 è una vera e propria star: per la terza volta consecutiva infatti è stato eletto - con tanto di premio - miglior calciatore dell'anno.

L'ennesimo trofeo che si aggiunge alla lista, conferito dalla piattaforma calcistica cinese 'Dongqiudi'. Un'occasione per andare a saggiare l'umore di Cristiano Ronaldo: per lui l'anno che si è appena chiuso è stato il più importante sia dal punto di vista dei successi individuali che collettivi. Dalla vittoria della Champions League al quinto Pallone d'Oro.

Anche se le premesse per il 2018 non sono le migliori in Spagna (quarto posto in Liga e fuori dalla Copa del Rey), c'è ancora un obiettivo in Europa che potrebbe stravolgere la stagione del Real Madrid. E non è un caso se lo stesso Zidane si sia esposto, definendo decisiva la doppia sfida agli ottavi di Champions League contro il Paris Saint-Germain.

Cristiano Ronaldo con la maglia del Real Madrid
In questa stagione Cristiano Ronaldo ha collezionato 25 presenze (18 gol e 4 assist) in tutte le competizioni.

Cristiano Ronaldo e la Champions League nel mirino

Forse parlare di crisi non è del tutto corretto. Né per quanto riguarda la stagione del Real Madrid, né per quanto concerne le prestazioni di Cristiano Ronaldo. Difficoltà tante, su questo non c'è dubbio. A cominciare dall'ultimo episodio negativo: l'eliminazione dalla coppa nazionale per mano del modesto Leganes. Ma ci vuole altro per demoralizzare il fenomeno portoghese, che ai microfoni di Dongqiudi ha assicurato:

In questa stagione di Liga non abbiamo iniziato bene: siamo delusi, non possiamo di certo essere felici del nostro percorso. Ora dobbiamo lavorare per vincere la Champions League, è il trofeo più importante.

Analisi lucida, idee chiare. Anche facendo un passo indietro al 2017. Un anno che ha portato con sé tante soddisfazioni personali:

Il 2017 è stato un anno magico. Probabilmente il migliore della mia carriera sia dal punto di vista individuale sia da quello collettivo. Se alla fine dell’anno dovessimo vincere la Champions League, sarebbe comunque un anno magico.

Liga e Pallone d'Oro... con Messi

A volte l'ottimismo non basta. Soprattutto in campionato, soprattutto contro questo Barcellona. La squadra di Valverde viaggia a un ritmo record, nessuno riesce a tenere il passo, nemmeno i campioni in carica del Real Madrid. Dopo 20 giornate i blaugrana hanno addirittura 19 punti di vantaggio sui ragazzi di Zidane, che devono recuperare una partita. Una forbice troppo grande per poter sperare di difendere il titolo:

Sarà difficile recuperare così tanti punti al Barcellona - ammette il portoghese - ma non ci arrenderemo fino allo fine del campionato. Nella prima parte di stagione abbiamo perso il contatto.

Ha vinto cinque Palloni d'Oro
Con il secondo Pallone d'Oro consecutivo, CR7 ha raggiunto Messi a quota 5

Quando si parla di (e con) CR7, impossibile non menzionare il Pallone d'Oro. Vinto per cinque volte in stagione, due consecutive negli ultimi due anni. Nessuno come lui nella storia del calcio. Nessuno, a parte Messi.

Non sono ossessionato dal Pallone d'Oro, non mi aspettavo di vincerne cinque in carriera. È bello pensare che gli ultimi 10 siano stati condivisi da me e da Leo.

"Per il Mondiale non siamo i favoriti"

Il 2018 è anche l'anno dei Mondiali in Russia. E alla soglia dei 33 anni (li compirà il prossimo 5 febbraio), per Cristiano Ronaldo potrebbe essere l'ultima occasione di farne parte. E di vincerli. Dopotutto il suo Portogallo è Campione d'Europa in carica. Non sarà un'impresa facile, viste e considerate le premesse: la nazionale lusitana è inserita nel Gruppo B con la Spagna, a completare il girone anche Marocco e Iran.

Il Portogallo non parte favorito per la vittoria della Coppa del Mondo, ma siamo una squadra competitiva. Ce la metteremo tutta per arrivare fino in fondo.

Cristiano Ronaldo e il Portogallo
Cristiano Ronaldo è il miglior marcatore nella storia della nazionale portoghese con 79 gol.

La chiacchierata si conclude con una battuta sul suo occhio malconcio. Zigomo gonfio, sopracciglio violaceo. Lo scontro nel match con il Deportivo ha lasciato il segno, con tanto di querelle per il cellulare utilizzato a mo' di specchio per controllare la ferita. Ma CR7 dribbla l'argomento con una battuta:

Nel calcio sono cose che succedono, fa parte del gioco. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.