Barcellona, com'è andato l'esordio di Coutinho?

Il brasiliano ha esordito in blaugrana nel derby di Copa del Rey contro l'Espanyol. Prima giocata? Un tunnel: "Ero nervoso, ma è stata una serata speciale".

1k condivisioni 12 commenti

di

Share

Elastico, tunnel e punizione guadagnata: se Coutinho si era messo in testa di rompere subito il ghiaccio, possiamo dire che c'è riuscito. È stata questa la sequenza della sua prima azione da giocatore del Barcellona: un primo saggio delle qualità che hanno spinto i blaugrana a spendere 120 milioni (e prevederne altri 40 di bonus), pur di affiancarlo agli altri fuoriclasse culé. Il brasiliano ha finalmente esordito con la sua nuova squadra, dopo aver smaltito la lesione muscolare con cui si era presentato in Catalogna.

Il minuto "x" è scattato al 68°, quando il Barcellona aveva ormai in pugno la semifinale di Copa del Rey: nel ritorno dei quarti contro l'Espanyol, gli uomini di Valverde hanno ribaltato l'1-0 del Cornellà-El Prat e vinto il derby del Camp Nou, grazie al 2-0 firmato Messi-Suarez.

È in quel preciso minuto, che il tecnico azulgrana ha richiamato in panchina Andres Iniesta: ad aspettarlo, pronto a battere il cinque e prendere il suo posto, il nuovo numero 14 del Barça. Da Crujiff a Henry, fino a Mascherano: un numero pesantissimo da quelle parti, una sorta di 10 bis. Il passaggio di consegne, tra il Jefecito e il Little Magician, è stato quasi letterale: nel pre-partita, l'argentino ha salutato i tifosi prima di volare alla volta della Cina. Il 14 si è trasferito così sulle spalle del nuovo arrivato: un'eredità onerosa quasi quanto i soldi sborsati per strapparlo al Liverpool.

Coutinho, giocate e (quasi) assist al debutto con il Barcellona

Ma com'è andato, in campo, l'esordio di Coutinho? In una parola, "incoraggiante". Grazie - verrebbe da pensare - con tutto quello che è costato. La prima volta nel tempio laico del Camp Nou, davanti a un pubblico che ha visto fenomeni su fenomeni esibirsi davanti ai propri occhi, non è comunque facile per nessuno. Mettetici pure che, come se fosse uno scherzo del destino, il debutto è avvenuto proprio contro una delle sue ex squadre: le 16 presenze e i 5 gol, messi a segno con la maglia dell'Espanyol nella prima metà del 2012, gli valsero il titolo di rivelazione di quella Liga. Come se non bastasse, dopo l'impegno di domenica contro l'Alaves, il 4 febbraio il Barcellona tornerà al Cornellà-El Prat per la 22ª giornata di campionato. Sarà un altro step niente male, per l'ex pericos e ora promessa stella dei rivali cittadini. Torniamo però alla prestazione del brasiliano.

Barcellona, Coutinho ha debuttato al minuto 68' della sfida di Copa del Rey contro l'Espanyol
Minuto 68, Iniesta lascia spazio a Coutinho: è l'inizio dell'avventura del brasiliano con il Barcellona

Dopo essere stato subito catechizzato da Victor Sanchez - che di subire tunnel non deve avere questa gran voglia - il funambolo della Seleçao si è sistemato largo a sinistra, nel 4-4-2 ormai marchio di fabbrica del Barça di Valverde. Da lì si è accentrato spesso, sfruttando gli spazi aperti da Messi e da Rakitic. Ed è anche andato vicino a siglare il suo primo assist blaugrana: tra il 75' e l'80' ha servito due passaggi invitanti a Luis Suarez, che però non è riuscito a capitalizzarli. Il Pistolero ha scherzato sui social, promettendo al nuovo compagno di squadra di essere più preciso in futuro.

"Ero nervoso, ma è stata una serata speciale"

Il buon Philippe l'avrà sicuramente perdonato subito: per rendere storica la sua prima notte al Camp Nou, è bastato già mettere piede in campo. Nel post gara, il brasiliano ha raccontato le emozioni provate nel suo debutto culé:

È stata davvero una notte speciale. Sono felicissimo, l'accoglienza dei tifosi e dei compagni di squadra è stata fantastica. Ero un po' nervoso, ma mi hanno fatto sentire subito tranquillo.

Tra gli incoraggiamenti arrivati a Coutinho, anche il messaggio di un ex blaugrana doc: Ronaldinho. Tramite i social del club catalano, il Pallone d'Oro 2005 ha rivolto queste parole al giovane connazionale:

Ti auguro tutta la fortuna del mondo. Dai sempre il massimo e rendi felice questa gente. Pensa a divertirti, il resto verrà da sé.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.