Serie A, curva Atalanta punita per cori razzisti: "Solo campanilismo"

Ieri la Curva Nord è stata squalificata per una giornata dopo i cori contro Koulibaly. Oggi il comunicato degli ultras: "Non è razzismo, solo rivalità di campanile".

471 condivisioni 23 commenti

di

Share

Quando la questione è delicata è meglio attenersi ai fatti. Domenica scorsa l'Atalanta ospitava all'Atleti Azzurri d'Italia il Napoli, nel secondo turno del girone di ritorno della Serie A. Un match delicato tanto per i padroni di casa in netta ripresa dopo un'inizio di campionato in sordina, quanto per gli ospiti, in testa alla classifica con un solo punto di vantaggio sulla Juventus.

Sarà stata la difficoltà a carburare tipica dei lunch match o chissà, fatto sta che nel primo tempo le emozioni latitavano tanto che i due portieri potevano dormire sonni tranquilli. Tutto diverso nella seconda frazione, quando per primo il Napoli ha cambiato marcia e, una volta raggiunto il vantaggio con Mertens al 65', è stato abile e cinico ad addormentare la partita.

Ieri la doccia fredda per il club bergamasco è arrivata con i provvedimenti del Giudice Sportivo, che ha squalificato la Curva Nord per una giornata, sospesa con la condizionale, a causa di cori razzisti contro Koulibaly, come si legge nella motivazione:

I cori espressione di discriminazione razziale venivano percepiti da tutti e tre i collaboratori della Procura, posizionati anche in parti dell’impianto distanti dal Settore sopradetto.

Serie A, curva Atalanta punita per cori razzisti: "Solo campanilismo"

Ma gli ultras dell'Atalanta non ci stanno e in mattinata hanno postato su Facebook un comunicato nel quale respingono le accuse di razzismo:

Definire la tifoseria atalantina razzista è offensivo verso le migliaia di tifosi, ultras, simpatizzanti che MAI negli anni hanno dimostrato discriminazione verso il colore della pelle.

Atalanta curva
La curva dell'Atalanta

I fischi e i buu, si legge nel comunicato degli ultras, sarebbero dunque esclusivamente questione di rivalità sportiva e di campanilismo, tanto che ne sono stati vittime anche Del Piero e Totti, fra gli altri. I tifosi dell'Atalanta, poi, rivendicano due collette benefiche effettuate negli anni scorsi:

Come può essere razzista una curva che negli ultimi dieci anni ha raccolto circa 90mila euro per sostenere un centro riabilitativo per bambini in Ruanda e 20mila per le vittime dello tsunami?

Koulibaly del Napoli
Il difensore del Napoli Koulibaly

Orgoglio atalantino, dunque, rivendicato e appoggiato dalla maggior parte dei commenti sull'account, anche se non mancano le voci, come quella di un ultras, che lanciano un invito alla riflessione:

Non nascondiamoci: il verso della scimmia viene fatto a giocatori di Chievo, Sassuolo, di squadre contro le quali non esiste alcun tipo di rivalità e senza che ci sia una provocazione da parte del giocatore stesso.

Il dibattito è aperto.

Ultras Atalanta

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.