Real Madrid, gli affari in Spagna possono fermare Cristiano Ronaldo?

Cristiano è un campione iper-pagato, ma è anche uomo-brand capace di investire in attività diversificate, come le centinaia di palestre low-cost: lo tratterranno in Spagna?

209 condivisioni 4 commenti

di

Share

La Spagna celebra il ritorno di Cristiano Ronaldo. Grazie, grazie, applausi a scena aperta, ma la penisola iberica, per Cristiano Ronaldo, non è solo l'ennesima arena dove essere decisivo, nonostante tutte le voci di calciomercato. Per il fuoriclasse portoghese il futuro non è solo calcistico, ma è una meravigliosa opportunità di business. 

Quando Cristiano Ronaldo ha aperto la prima palestra insieme a Crunch, leader statunitense del settore, era già preannunciata, come fosse l'alba di una nuova era, l'apertura di più di 100 centri in tutta Spagna.  

L'immagine di CR7, atleta per eccellenza, l'optimus per eccellenza in quanto estetica e realizzazione muscolare, diventa eclatante modello per chi, in qualche modo, vuole essere come lui. Ma non è solo questo, non è solo un testimonial: stavolta, mercato o no, il business crescerà. E di molto. 

Cristiano Ronaldo definisce il suo futuro "easy"
Cristiano Ronaldo definisce il suo futuro "easy"

Cristiano Ronaldo, altro che calciomercato: il suo business continua a crescere

La crescita del business di Cristiano Ronaldo con Crunch è già programmata, pianificata. E sarà esponenziale: il crack portoghese vedrà la propria immagine associata ad un numero spaventoso di centri fitness. Non solo in Spagna: non può mancare nel progetto di espansione anche il Portogallo. Il direttore di Crunch Fitness Espana, Oscar Martin, spiega:

È pianificata l'apertura tra 100 e 150 palestre in Spagna, e tra le 50 e 75 in Portogallo nei prossimi anni

Per qualche ben informato l'espansione di business prevista in Spagna significa semplicemente che Cristiano Ronaldo non partirà. La situazione del suo business è realmente legata alla sua permanenza in Spagna? Si partirà da Madrid, fanno sapere, la presenza della catena di palestre di Cristiano Ronaldo sarà potenziata nella capitale. "Alto valore, basso Costo", garantiscono dal suo staff, e in effetti i prezzi sembrano essere davvero bassi (la tariffa base parte da 12 euro). Nei mesi scorsi la compagna di Cristiano, Georgina Rodriguez, ha pubblicizzato la stessa palestra, allenandosi a mezzo social. 

Tutti gli affari di Cristiano (non solo in Spagna)

Il brand Cristiano Ronaldo è tentacolare: dalle scarpe, ad un videogame, al suo profumo "Legacy", un'intera linea di vestiti eleganti (Cristiano Ronaldo & Sacoor Brothers), il suo museo, l'app per i selfie, una catena di hotel, una linea di intimo, tutto questo a nome suo. La sua immagine intimamente legata ai suoi investimenti, un binomio indissolubile. Senza contare, ovviamente, le immense fortune che gli sponsor generosamente mettono a disposizione del portoghese per avere un suo sorriso su una copertina. Che, per inciso, gli garantiscono un terzo dei suoi introiti, come sottolinea Forbes (9 milioni solo dalla Nike, poi KFC, Samsung, Herbalife, Castrol...)

Cristiano Ronaldo sembra dire: "Ma dai, può trattenermi una catena di palestre?"
Cristiano Ronaldo sembra dire: "Ma dai, può trattenermi una catena di palestre?"

A parte il capitolo divertente su come spenda i suoi soldi (le sue auto iper lussuose, i suoi appartamenti incredibili, di cui uno, dicono, sulla Trump Tower, una statua di cera di sé stesso nell'ingresso di casa), il suo impero di affari e interessi sarebbe in grado di prosperare senza alcun problema nonostante il suo trasferimento in qualsiasi realtà europea. Rispetto ad Agassi, Giggs, Gary Neville, altri ex sportivi, poi uomini d'affari, la sua è una visione estremamente cosmopolita su dove e come investire: in questo ricorda il suo mentore Mendes, le sue direttrici di espansione coinvolgono l'intero globo, arrivando in Cina, a Singapore. Ne è passato del tempo dai suoi primi 2 alberghi in Portogallo, una specie di beta-test: si sente "easy" riguardo al suo futuro. E ne ha ben donde: gli investimenti di CR7 si muovono in tutte le direzioni. Davvero si può pensare che una catena di palestre lo blocchi in Spagna, o possa essere un motivo in più per restare al Real Madrid?

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.