Calciomercato Borussia Dortmund, Watzke: "L'Arsenal vuole Aubameyang"

Il Borussia Dortmund è in aperta polemica con Aubameyang che vuole andare all'Arsenal: oggi l'ad Watzke ha confermato per la prima volta i contatti con i Gunners.

39 condivisioni 1 commento

di

Share

All'improvviso può andare tutto molto, molto velocemente. Sono mesi che Aubameyang fa capire di voler lasciare il Borussia Dortmund. Già durante il calciomercato estivo aveva più volte strizzato l'occhio al Milan. Anche pubblicamente, riprendendosi sui social mentre parlava ai tifosi rossoneri.

Ma alla fine Aubameyang è rimasto. E sembrava anche andare bene. Il Borussia Dortmund ha cominciato il campionato portandosi subito in vetta alla classifica, questo proprio grazie ai gol dell'africano. Poi però qualcosa si è (nuovamente) rotto. I gialloneri hanno cominciato a faticare e anche il gabonese ha rallentato parecchio.

Tante, troppe voci di calciomercato per ignorarle tutte. Le offerte dalla Cina, l'interessamento, sempre vivo, del Milan, quello dell'Arsenal. E con la cessione di Sanchez al Manchester United, le cose possono finalmente sbloccarsi. Già, ma il Borussia Dortmund ha sempre smentito. Sempre, fino ad oggi.

Calciomercato Borussia Dortmund, contatti con l'Arsenal per Aubameyang

Dopo che Aubameyang è stato visto giocare a calcetto con gli amici mentre il Borussia Dortmund era in campo a Berlino, evidentemente i dirigenti gialloneri si sono stufati. A confermare che ci potrebbe essere una cessione già nel calciomercato invernale è stato l'amministratore delegato Hans-Joachim Watzke:

C'è stato un contatto con l'a.d. dell'Arsenal Ivan Gazidis. Mi ha informato che vuole parlare con noi di Aubameyang. Per il momento però non è ancora successo. Non abbiamo ancora parlato di soldi comunque.

Probabilmente Watzke ha deciso di uscire allo scoperto per fare pressione all'Arsenal. Mettere i dirigenti inglesi con le spalle al muro. Perché il Borussia Dortmund deve risolvere il problema e deve farlo in fretta. I Gunners sarebbero pronti a offrire 60 milioni di euro, ne servono 70. Ma all'improvviso può andare tutto molto, molto velocemente.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.