Serie B, si riparte: dal Palermo in giù, le candidate alla promozione

Cinque squadre in sei punti: dalla qualità del Palermo ai muscoli del Frosinone passando per l'attacco di Bari e Empoli, che rinforzi a Parma. È rincorsa alla A.

16 condivisioni 1 commento

di

Share

Tre settimane (abbondanti) di sosta per prepararsi a una seconda parte di stagione che darà forma ai sogni e assegnerà pagelle, promozioni e retrocessioni. La Serie B riparte dopo la pausa prolungata di Capodanno: di qui al 18 maggio si giocheranno 21 turni di campionato. Ben 210 partite spalmate in meno di 4 mesi. Vietato fallire il singolo appuntamento, soprattutto quest'anno. L'equilibrio regna sovrano, con 21 punti tra la capolista Palermo e il fanalino di coda Pro Vercelli.

L'ultimo atto del campionato di Serie B 2017/2018 è datato 28 dicembre 2017: da quel giorno, gli occhi di tifosi e addetti ai lavori sono stati concentrati più sulle trattative di calciomercato che sul campo. Già, perché con una classifica così corta ogni singolo innesto in organico può essere determinante. E le formazioni di vertice hanno risposto presente.

La vera regina delle contrattazioni invernali è il Parma: il direttore sportivo Daniele Faggiano ha consegnato a Roberto D'Aversa tre rinforzi di assoluto valore, uno per reparto. Marcello Gazzola dal Sassuolo in difesa, Antonio Junior Vacca - prelevato dal Foggia - a centrocampo e Amato Ciciretti, arrivato dal Benevento, in attacco. Senza dimenticare Da Cruz, classe 1997 acquistato dal Novara. Qualità è la parola d'ordine, nel tentativo di colmare il gap di 4 punti dalla promozione diretta, rappresentata dal secondo posto: e nonostante la chiusura ufficiale della società a nuovi innesti, le sirene che portano ai nomi di Fossati (Hellas Verona) e di un centravanti dalla Serie A continuano a farsi vive.

Serie B, al via il girone di ritorno: corsa-promozione, guida il Palermo

Se il Parma l'ha fatta da padrone, le altre formazioni ai piani alti non sono certo state a guardare. Davanti a tutti in classifica c'è il Palermo: nonostante un autunno caratterizzato dalle preoccupazioni per l'istanza di fallimento avanzata dalla Procura, sul campo il gruppo di Bruno Tedino sul campo ha sfoggiato solidità, organizzazione e tecnica. Quella di uomini decisivi in Serie B come il macedone Nestorovski e il brasiliano Coronado: il calciomercato di gennaio ha portato in Sicilia un combattente dell'area di rigore come Stefano Moreo dal Venezia e una scommessa in corsia, il belga Corentin Fiore dallo Standard Liegi. Ennesimo acquisto pescato dal mercato estero, con presenze in Europa League nel curriculum.

Corentin Fiore, uno dei nuovi acquisti del Palermo nella sessione invernale di calciomercato 2018
Palermo, ecco Corentin Fiore: sarà il vice-Aleesami

Bari e Frosinone, fisicità per Grosso e Longo

Alle spalle del Palermo, con 37 punti in cassa, c'è il Frosinone di Moreno Longo. In Ciociaria il calciomercato di gennaio ha portato i muscoli di Raman Chibsah e Moussa Koné. Due granatieri per il centrocampo, nel tentativo di garantire maggiore protezione a una difesa bucata 27 volte in campionato. Numeri che alla lunga rischiano di vanificare il bottino garantito dal tridente formato da Daniele Ciofani, Dionisi e Ciano, a segno in 22 occasioni sin qui. Anche Fabio Grosso e il direttore sportivo Sean Sogliano sono intervenuti su una pecca del Bari nel girone di andata: il cuore della difesa. Registrato con l'esordio a Carpi di Diakité, arricchito dagli arrivi di Oikonomou dal Bologna e Empereur dal Foggia, dove invece è approdato Tonucci. In attesa che si sblocchi l'affare Memushaj con il Benevento, il vero colpo per i Galletti, oggi terzi a 34 punti, sarebbe quello di trattenere Djavan Anderson e Galano, graditi in A e (nel caso dell'olandese) all'estero.

Francesco Caputo, capocannoniere dell'Empoli e della Serie B
Francesco Caputo, capocannoniere della Serie B con 16 reti

Empoli, certezza Caputo: Cittadella, Cremonese e Spezia potenziali sorprese

Delle Big Five del girone di andata in Serie B chi si è mosso meno è l'Empoli, oggi appaiato al Bari sul gradino più basso del podio. Già troppo imponente il fatturato garantito dal duo d'attacco Caputo-Donnarumma (27 centri in due) per poter essere migliorato. Ad affidarsi al calciomercato per migliorare la propria produzione offensiva sono state in tante: il Carpi vuole rilanciare Melchiorri dopo gli infortuni a Cagliari, lo Spezia ha aumentato l'esperienza aggiungendo Palladino (Genoa) a Granoche, Gilardino e Marilungo, il Cittadella si è affidato al cavallo di ritorno Vido dall'Atalanta e la Cremonese a Juanito Gomez, oltre a Cinaglia in difesa. Il Pescara ha preferito sfoltire l'organico cedendo Ganz all'Ascoli e Benali al Crotone. In attesa degli squilli del Venezia di Filippo Inzaghi. Sabato 20 gennaio si riparte con il primo turno del girone di ritorno: di corsa per un sogno chiamato Serie A, mai come quest'anno a portata di mano per tanti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.