Quando Perez disse a Cristiano Ronaldo: "Portami i soldi per Messi"

Torna d'attualità quel dialogo intercettato tra il presidente del Real Madrid e Cristiano Ronaldo: per andarsene il portoghese avrebbe dovuto portare tanti soldi.

80 condivisioni 49 commenti

di - | aggiornato

Share

Cristiano Ronaldo è stufo delle promesse non mantenute e (almeno così sembra) se ne vuole andare dal Real Madrid. Florentino Perez è altrettanto stanco delle bizze del portoghese e (almeno così sembra) ha dato mandato al suo agente di trovare acquirenti. In ogni caso si tratta del nuovo capitolo della storia di un amore mai sbocciato completamente.

Il cinque volte Pallone d'Oro e il presidente delle Merengues hanno dovuto convivere negli ultimi anni, hanno condiviso i tanti trofei ma pure i momenti di difficoltà. E quando questi si sono presentati, ogni volta il loro rapporto ha scricchiolato in modo sempre più rumoroso.

Già il primo impatto non è che sia stato dei migliori. Quando nel 2009 Florentino Perez ottenne di nuovo la carica di presidente del Real Madrid al posto di Ramón Calderón, si ritrovò con l'acquisto di Cristiano Ronaldo dal Manchester United già effettuato, per la cifra (all'epoca record) di 94 milioni di euro: non poteva far altro che ratificare l'operazione di calciomercato. Ma in Spagna c'è chi è convinto che se fosse dipeso solo da lui non lo avrebbe mai fatto. Il motivo? Il vero pallino di Florentino Perez è sempre stato Leo Messi.

Cristiano Ronaldo e i soldi per comprare Messi

Inevitabile tornare alla mente a quell'episodio accaduto nel dicembre 2012, quando sui media venne pubblicato un dialogo tra il proprietario del Real Madrid e il portoghese, avvenuto in uno di quei momenti di tensione di cui sopra:

Cristiano Ronaldo: Presidente, devo parlarle. Non sto bene qui, vorrei andarmene.

Florentino Perez: Se vuoi andartene, portami il denaro sufficiente per comprare Messi.

Cristiano Ronaldo: Se è una questione di denaro, domani vengo con 100 milioni di euro.

Florentino Perez: Non sono 100. La tua clausola è di 1000 milioni.

Già all'epoca, a maggior ragione per uno come Cristiano Ronaldo, si era trattato di una ferita nell'orgoglio difficile da digerire. Il paragone con Messi è sempre stato un tasto dolente per il portoghese, sotto ogni punto di vista.

La delusione di Cristiano Ronaldo contro il Villarreal
Cristiano Ronaldo nell'ultima partita tra Real Madrid e Villarreal

Real Madrid, Florentino Perez e il sogno Neymar

A Barcellona sono convinti che CR7 sia infinitamente invidioso di una cosa in particolare, cioè l'identificazione pressoché totale del pubblico del Camp Nou con la Pulce, quella che il lusitano non ha mai avuto con il Bernabeu, soprattutto nei momenti di difficoltà. Un po' come quello che sta vivendo ora e che, secondo quanto trapelato fino ad adesso, lo avrebbe spinto a trovare una nuova sistemazione il prossimo giugno.

Per Florentino Perez non ci sarebbe nessun problema nel vedere Cristiano Ronaldo lontano dal Real Madrid, a patto però che vengano portati tanti soldi (100 milioni, ad esempio, stavolta sarebbero sufficienti).

Ormai non potrebbe più provare un assalto clamoroso a Messi, quello è chiaro. Ma a Parigi c'è Neymar, un nuovo pallino che secondo lui potrebbe raccogliere l'eredità del portoghese. E quei potenziali 100 milioni di euro che farebbe incassare la cessione di CR7, sarebbero utili per coprire almeno una parte dell'eventuale acquisto del brasiliano. Un investimento che stavolta sarebbe tutto di Perez. E di nessun altro. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.