Manchester United, aumentano i controlli: 541 tifosi respinti nel 2017

Lotta al bagarinaggio, restrizioni sul tasso alcolico, controlli a tappeto: ecco come i Red Devils hanno reso Old Trafford un posto più sicuro.

18 condivisioni 1 commento

di

Share

La stagione 2016/2017 è stata la migliore della storia del Manchester United, almeno per quanto riguarda la sicurezza. Old Trafford, infatti, secondo le stime redatte dal club nei giorni scorsi, nel corso degli anni è diventato un impianto sempre più sicuro, fino a raggiungere il suo apice proprio al termine della stagione scorsa. 

I dati ufficiali, del resto, sono abbastanza chiari: 541 tifosi respinti ai tornelli (per motivi che variano dal tasso alcolico troppo elevato al tentativo di infiltrazione da parte dei supporter ospiti tra i tifosi di casa) e solamente 48 arresti effettuati da agosto 2016 a maggio 2017. I due numeri, per quanto diversi tra loro, rappresentano un motivo di vanto assoluto per il Manchester United.

Sia dal punto di vista degli accessi vietati che da quello delle misure restrittive, il club inglese ha stabilito due storici record che confermano quanto di buono fatto dalla società in termini di sicurezza e prevenzione nel corso degli ultimi anni. Dopo una forte campagna di sensibilizzazione, i Red Devils hanno deciso di passare ai fatti, dando il via a un giro di vite che finalmente ha dato i suoi frutti al termine della stagione scorsa.

L'Old Trafford di Manchester

Manchester United, Old Trafford è sempre più sicuro

Oltre ai controlli a tappeto sui tifosi e la lotta ai bagarini, il Manchester United si è mostrato sensibile anche nei confronti della sanità pubblica. A partire dalla scorsa stagione, per evitare il sovraffollamento negli ospedali e nei centri di primo soccorso nei dintorni dell'Old Trafford, il club ha specificatamente richiesto un incremento del personale e dei mezzi di soccorso quali ambulanze e paramedici, per far sì che eventuali feriti o persone bisognose di un aiuto vengano medicati e assistiti sul posto e non trasportati all'ospedale. 

Inoltre, il capo della sicurezza dell'Old Trafford ha confermato che tutti gli steward sono stati istruiti e allenati nel caso in cui, come successo nel maggio del 2016 prima del match contro il Bournemouth, all'interno dell'impianto vengano trovati dei "finti dispostivi" simili a bombe o petardi ed evitare in questo modo il dilagarsi del panico tra le persone che hanno già effettuato il loro ingresso allo stadio. 

L'interno dell'Old Trafford

Sarà ora interessante attendere i dati relativi alla stagione in corso per capire quali siano i reparti ulteriormente migliorabili e quali invece rappresentano i punti di forza di uno degli stadi più frequentati al mondo. Nel 2016-2017 l'Old Trafford è stato uno dei 5 stadi ad aver superato il milione di visitatori totali: anche per questo motivo è fondamentale che la prevenzione di eventuali situazioni di pericolo e la sicurezza dei singoli tifosi sia garantita a qualsiasi livello. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.