Bundesliga, senza Auba il Borussia Dortmund non vince: 1-1 con l'Hertha

Seconda partita con l'attaccante escluso dai convocati, secondo pareggio per le Vespe: Kagawa salva i gialloneri di Stöger all'Olympiastadion.

15 condivisioni 1 commento

di

Share

Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? Partiamo dal primo: il Borussia Dortmund acciuffa il pareggio in casa dell'Hertha Berlino, dopo essere passata in svantaggio a inizio ripresa. Ora il bicchiero mezzo vuoto: senza Aubameyang, escluso ancora una volta per le arcinote motivazioni di mercato, le Vespe non sanno proprio vincere. Dopo lo 0-0 casalingo con il Wolfsburg, all'Olympiastadion finisce 1-1.

Peter Stöger ringrazia Shinji Kagawa, che al 71' appoggia in rete lo splendido cross di Jadon Sancho: per l'inglesino classe 2000, il primo assist da professionista è da incorniciare. È la squadra di Pal Dardai, insomma, a recriminare per non aver capitalizzato la rete di Davie Selke (in gol dopo 42 secondi dall'inizio del secondo tempo).

Il Borussia Dortmund manca il sorpasso al secondo posto al Lipsia, ma aggancia momentaneamente lo Schalke 04 sul terzo gradino del podio: i 30 punti nella classifica di Bundesliga, però, non la mettono al riparo dagli assalti di Bayer Leverkusen, Borussia Mönchengladbach, Augsburg, Hoffenheim ed Eintrach Francoforte. Vespe sempre in bilico tra Champions ed Europa League, in attesa di risolvere la grana Auba.

Bundesliga, il Borussia Dortmund pareggia ancora senza Aubameyang

Seconda esclusione consecutiva, secondo pareggio. E con una squadra che staziona nella metà bassa della classifica di Bundesliga, per giunta. Allo 0-0 con il Wolfsburg di domenica scorsa, fa eco l'1-1 dell'Olympiastadion di Berlino. Kagawa evita la sconfitta, segnando il 20.000 gol in trasferta di tutta la storia del campionato tedesco. Una rete storica, a suo modo, anche se il Borussia Dortmund maledice se stesso e la sorte per le tante occasioni non capitalizzate nel finale.

Ci sarebbe voluto Aubameyang, è proprio il caso di dirlo. Il bomber gabonese, però, rimane al centro della diatriba di mercato con l'Arsenal. Nel pre-partita, il direttore sportivo Michael Zorc apre a un reintegro in squadra:

Serve però professionalità, compreso il fatto di ammettere di aver commesso un errore.

Pierre-Emerick rimane però sempre a un passo dall'Arsenal e Stöger lo esclude ancora una volta dalla lista dei convocati. Al centro del tridente ecco allora un falso nueve, André Schürrle: accanto a lui il rientrante Pulisic e il 17enne Jadon Sancho. L'ala strappata al Manchester City, alla seconda da titolare in Bundesliga, trova anche il suo primo assist da professionista.

È il 5° centro in campionato, invece, quello che Selke insacca dopo appena 42 secondi dall'inizio del secondo tempo. Dopo aver raggiunto il pareggio, sono però le Vespe a menare le danze: lo stesso Sancho, poi Toljan e il neo entrato Isak sfioreranno diverse volte il possibile gol vittoria. Alla quarta partita totale senza Auba, insomma, arriva il terzo pareggio (oltre a una sconfitta): l'assenza del gabonese è come sempre pesantissima.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.