Chelsea, Conte furioso con il VAR: "Ha commesso un grosso errore!"

Le polemiche sulla video assistenza sbarcano anche in Inghilterra: Il tecnico dei Blues lamenta un rigore su Willian, ammonito invece per simulazione.

9 condivisioni 8 commenti

di

Share

Benvenuta Inghilterra, il club delle "polemiche da VAR" ti aspettava. Dopo Italia e Germania, anche i sudditi di Sua Maestà si ritrovano catapultati nel dibattito sulla video assistenza. A introdurli nel circolo, ci pensa Antonio Conte: al tecnico del Chelsea, non è proprio andato giù l'errore - un "big, big mistake" - che sarebbe stato commesso dall'arbitro Graham Scott e dall'assistente in cabina di regia. Siamo nei supplementari del replay di FA Cup contro il Norwich: una sfida vinta dai Blues solamente ai calci di rigore, dopo aver chiuso i tempi supplementari in nove uomini.

Per le espulsioni di Pedro e Alvaro Morata, però, il manager italiano ha poco o nulla da recriminare: entrambi si sono fatti ammonire per simulazione, per poi essere cacciati via rispettivamente per un fallo e per le proteste seguite al primo giallo. È su un altro presunto tuffo che l'ex allenatore della Juventus riversa tutta la propria rabbia: quello di Willian all'inizio del primo tempo supplementare.

Secondo Conte, il brasiliano sarebbe stato atterrato fallosamente da Timm Klose: il Chelsea avrebbe perciò meritato il calcio di rigore. Lo stesso difensore svizzero ha ammesso poi, a fine partita, di aver rivisto l'azione e di aver effettivamente colpito il giocatore avversario. Benzina sul fuoco per le proteste del tecnico dei Blues, critico sia nei confronti del direttore di gara che del VAR Mike Jones, reo di non aver consigliato all'arbitro Scott di dirigersi al monitor per confermare o meno la propria decisione. Ma vediamo nello specifico i punti toccati dall'ex bianconero.

Chelsea, Conte furioso con il VAR: "Ha commesso un grosso, grosso errore"

A fine partita il tecnico leccese, inviperito, ha avuto un confronto in campo con lo stesso Scott. Davanti alle telecamere, poi, ha spiegato il suo punto di vista sull'episodio. Queste le sue parole riportate dal Guardian:

Se dobbiamo utilizzare un nuovo sistema, non posso accettare errori gravi. E quello su Willian è stato un grosso, grosso errore. Non tanto da parte dell'arbitro in campo, che ha deciso senza alcun dubbio di sanzione il mio giocatore, ma da parte della persona che stava di fronte al video. Spero che il VAR non fosse un arbitro, perché non puoi vedere un episodio simile e pensare che non sia rigore.

Chelsea, Conte contro l'ammonizione per simulazione a Willian
L'episodio contestato da Antonio Conte in Chelsea v Norwich

Dopo aver già testato la video-assistenza in Chelsea - Arsenal di EFL Cup, Antonio Conte ha maturato la propria posizione sulla novità che è sbarcata in Inghilterra appena lo scorso 8 gennaio (e non ancora in Premier League):

Credo che sia necessario, per l'arbitro, aspettare di confrontarsi con il collega che sta seguendo la partita. Nel caso di Willian, il VAR avrebbe dovuto dire al direttore di gara: "Guarda, la situazione è dubbia. Per me non è rigore, ma è meglio che sia tu a controllare al monitor". Dobbiamo avere rispetto dell'arbitro e la decisione finale deve essere sua, ma non abbiamo bisogno di un'altra persona che si limiti a guardare l'azione e a non confrontarsi con il collega in campo. 

Per quanto riguarda le simulazioni di Pedro e Morata, come anticipato, il manager dei Blues accetta la decisione:

Non voglio ricevere vantaggi, se c'è stato un tuffo, è giusto ammonire. Ovviamente non sono contento del secondo giallo a Morata per proteste, ma dobbiamo fare molta attenzione.

A fine partita, già lo sapete, lo stesso Klose ha ammesso che il suo intervento era stato falloso:

Credo che fosse rigore. Devo essere onesto, l'ho toccato. In campo non ero sicuro, ma poi ho rivisto l'azione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.