Barcellona, Messi e la perfezione: i rigori sono un tallone d'Achille

Contro l'Espanyol in Coppa del Re l'ennesimo rigore fallito in carriera dal cinque volte Pallone d'Oro. È l'unico punto debole dell'argentino.

28 condivisioni 26 commenti

di

Share

Lionel Messi non si accontenta mai. Non si sente un "Dio che cammina tra gli uomini" ma semplicemente un uomo. Pregi e difetti inclusi nel pacchetto. Perché per essere quello che è, uno tra i migliori giocatori della storia del calcio, non deve accontentarsi mai. Lui è così. Mentalità da grande? Sicuramente.

Calcia indistintamente di destro e sinistro, pennella assist per i compagni anche senza una scarpa, dribbla gli avversari come birilli eppure non si sente completo. Perché? Non è infallibile sui calci di rigore. E guardando i dati, non è solo la fantasticheria o il capriccio di un giocatore che cerca la perfezione. È la verità.

L'ultimo errore dal dischetto è avvenuto nel derby tra il suo Barcellona e l'Espanyol in Coppa del Re. Il tallone d'Achille. Ed è stato proprio lui ad ammetterlo qualche tempo fa: "Devo migliorare sui calci di rigore". Forse non sarà mai perfetto, ma se riuscisse ad affinare la sua tecnica dagli undici metri potrebbe quasi diventarlo.

Barcellona, Messi e quella statistica sui calci di rigore

Dati alla mano, Messi in carriera ha calciato 105 rigori: 81 trasformati e 24 sbagliati. Percentuale? Di poco sotto al 78%. Un dato non catastrofico, ma che per l'attaccante argentino è tutt'altro che positivo. Lui che ha vinto tutto con la maglia del Barcellona: 8 Liga, 5 Coppe del Re, 6 Supercoppe spagnole, 4 Champions League, 3 Supercoppe europee, 3 Mondiali per club e 5 Palloni d'Oro. Numeri da migliore del mondo, ma che a Messi non bastano. E qualche tempo fa lo aveva anche detto:

Voglio essere perfetto, ci sono alcuni aspetti del mio modo di giocare che devo migliorare per raggiungere il massimo livello. Quali? I calci di rigore. Devo esercitarmi molto di più…

In Coppa del Re con l'Espanyol è arrivato un altro errore dal dischetto che è costato la sconfitta al suo Barcellona. Ad ipnotizzarlo quel Diego Lopez che già in passato aveva parato un rigore alla Pulce. Una bestia nera ormai che sta diventando un incubo per Messi. Errori dal dischetto ne ha fatti tanti in carriera e a volte sono risultati anche determinanti per la sconfitta o del Barcellona o della sua Argentina, ma adesso Lionel ha deciso di dire basta: deve diventare perfetto dagli undici metri, trovare il modo di eludere i portieri. 

Per Di Maria per essere perfetto dovrà vincere i Mondiali

Messi a quasi 31 anni cerca ancora la perfezione, ma se a voi fa effetto pensate ai suoi compagni del Barcellona o dell'Argentina che ringraziano Dio, tutti i giorni, di averlo in squadra e non contro. E secondo Ángel Di María è già il migliore del mondo anche con quella statistica non eccellente sui calci di rigore. Per essere il più grande gli manca solo una cosa:

Messi è già il più forte di tutti. Speriamo che il calcio gli regali la Coppa del Mondo, confermerebbe il suo status di migliore al mondo. Speriamo già di sollevarla in Russia, sarebbe bello per tutti. Ha realizzato tutti i suoi sogni in carriera, gli manca solo il Mondiale.

Non sarà perfetto, non sarà una macchina infallibile, ma insieme a Cristiano Ronaldo è il miglior giocatore al mondo e non sarà di certo quella statistica imperfetta a non farci parlare di lui nei prossimi anni come di uno dei giocatori più forti nella storia del calcio. In fondo anche Achille aveva il suo punto debole, eppure ancora oggi i racconti e le storie sulla sua leggenda continuano imperterriti ad appassionarci.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.