Premier League, rebus portieri per il Liverpool: Alisson e gli altri nomi

Mignolet è scontento, Karius promosso ma non convince. Ecco allora che i possibili obiettivi dei Reds per la prossima stagione, a partire dal brasiliano della Roma.

29 condivisioni 5 commenti

di

Share

Uno è scontento, l'altro non convince. Non tanto Klopp, quanto i tifosi e gli addetti ai lavori. La situazione portieri in casa Liverpool è davvero intricata: naturale, quando bisogna gestire due potenziali numeri 1. O, dal punto di vista dei più critici, due giocatori forse non troppo adatti per il ruolo di goalkeeper dei Reds. Simon Mignolet da una parte, Loris Karius dall'altra: il belga è il titolare in Premier League, al tedesco toccano Champions League e FA Cup. Almeno fino alla super vittoria contro il Manchester City.

Il successo contro la capolista-dominatrice-tiranna della Premier League potrebbe aver definitivamente ribaltato gli equilibri. Jurgen Klopp ha scelto Karius, dopo averlo già schierato due giornate prima contro il Leicester. Una sola presenza da titolare in campionato tra agosto e dicembre, poi tre nel giro di un mese: la staffetta tra i pali sembra ormai essere definita.

Non che, nel 4-3 di Anfield di domenica, l'ex portiere del Mainz abbia esaltato le masse: in tanti non gli perdonano il momentaneo 1-1 di Sané, con il pallone che si è infilato proprio sul primo palo. E poi c'è quel fotogramma che ha fatto il giro dei social e che immortala una presa non proprio impeccabile del classe '93. Il tecnico l'ha difeso, ma sono in tanti a credere che la dirigenza andrà a caccia di un profilo più affidabile. Il primo nome sulla lista è quello di Alisson, ma il brasiliano della Roma è in buona compagnia.

Premier League, il rebus portieri del Liverpool

Quello che sta vivendo peggio questa situazione è senza dubbio Mignolet. Il 29enne belga ha capito che potrebbe aver perso definitivamente il posto. E che le dichiarazioni di Klopp, quando eravamo ancora a settembre, hanno ormai perso gran parte del valore:

Simon è il numero 1, al termine della stagione credo che avrà disputato almeno l'85% delle partite.

Dopo circa quattro mesi, il suo ruolino di marcia recita 21 gare su 33 a disposizione, circa il 68%: molto lontano dalle previsioni del manager tedesco. Ora questa percentuale sembra destinata ad abbassarsi ancora di più, in favore del collega più giovane.

Premier League, Mignolet scontento al Liverpool
Premier League, Mignolet potrebbe salutare il Liverpool: "Situazione non salutare"

Di certo, la papera prima di Natale contro l'Arsenal - sul tiro dalla lunga distanza di Xhaka - ha contribuito a mettere in discussione la sua posizione. Mignolet questo lo sa e si è confessato così ai media del proprio Paese:

Ovviamente non sono assolutamente soddisfatto, ma devo rispettare le decisioni del mister. Cerco sempre di rimanere calmo, in passato sono sempre uscito più forte da queste situazioni. Ma è chiaro che devo anche pensare al mio futuro. Sto per compiere 30 anni (il prossimo 6 marzo, ndr) e in estate ci sono i Mondiali, non posso perdere altro tempo. Durante il periodo natalizio abbiamo ruotato molto e questa non è una situazione salutare per un portiere.

Dichiarazioni forti, che lasciano intendere la volontà di cambiare aria al più presto. La partenza di Mignolet costringerebbe però i Reds a muoversi in fretta e furia per un altro numero uno, idea che non rientra nei piani di Klopp. Il tecnico tedesco, di sicuro, non fa nulla per rassicurare il belga.

Karius criticato per alcuni interventi contro il Manchester City
Klopp difende Karius, ma contro il City il tedesco non ha convinto tifosi e addetti ai lavori

Ecco come aveva spiegato la scelta di schierare Karius contro il City:

Di solito avrei parlato di una decisione legata solamente a questa partita, ma se Loris darà garanzie, rimarrà in porta.

Ancora più indicativa è stata la difesa a spada tratta nel post partita:

La gente deve sempre trovare il pelo nell'uovo. Karius ha disputato una partita fantastica.

In vista della prossima sfida di Premier League, lunedì contro lo Swansea, tutto porta a pensare che il titolare sarà proprio il connazionale di Klopp. E così via per il resto della stagione? Probabile. Ma la grande domanda è: il portiere del Liverpool della prossima stagione sarà ancora uno tra Karius e Mignolet?

Alisson e gli altri

Il Liverpool Echo si è divertito allora a individuare i potenziali obiettivi in vista dell'estate. Il primo, come anticipato, è Alisson: il brasiliano della Roma non sta facendo per nulla rimpiangere Szczesny e le sue parate, soprattutto in Champions League (vedi match di andata contro l'Atletico Madrid), hanno fatto il giro d'Europa. I giallorossi non hanno intenzione di privarsene, ma lo stesso ex Internacional ha rimandato a giugno - senza escluderli quindi - tutti i discorsi di mercato. Un profilo ancora più prestigioso è quello di Jan Oblak, considerato ormai tra i primissimi portieri al mondo: la chiacchierata clausola da 100 milioni di euro, però, mette l'Atletico Madrid in posizione di assoluta forza.

Il portierone dell'Atletico Madrid, Jan Oblak
Jan Oblak, il portierone dell'Atletico Madrid è uno dei sogni proibiti

Altre ipotesi? Il sito specializzato nelle questioni dei Reds spazia da Kepa - uno scherzetto niente male da giocare al Real Madrid - all'ex Peter Gulacsi (numero uno del Lipsia), da Koen Casteels del Wolfsburg al giovanissimo Alban Lafont, il classe '99 del Tolosa considerato il Donnarumma di Francia. Passando anche per un altro numero uno che sta facendo grandi cose a Roma: Thomas Strakosha, il 22enne albanese che si sta conquistando sempre più un ruolo da portiere affidabile e di prospettiva alla Lazio. Idee, suggestioni, piste verosimili o ambiziose che Klopp potrebbe passare al vaglio in vista della prossima stagione. In attesa che il rebus Mignolet-Karius si risolva una volta per tutte.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.