MMA, Inside the Cage: il matchmaking nella categoria dei welter UFC

Nella categoria welter sono tanti gli atleti che si stanno facendo notare, Darren Till e Kamaru Usman sono tra questi. Come potrebbero accoppiarsi questi fighter fra loro?

84 condivisioni 0 commenti

di

Share

La categoria delle 170 libbre UFC, quella dei pesi welter, ha subito nel corso dell'anno passato alcune modifiche. Alcuni atleti fra i leggeri sono saliti di categoria, altri dai medi sono scesi. Altri ancora, protagonisti della nuova leva, si sono fatti conoscere come probabili futuri mattatori all'interno della divisione.

Il 2017 è stato l'anno di Tyron Woodley (18-3-1), ancora campione, a seguito della vittoria per decisione maggioritaria su Stephen Thompson e poi, per decisione unanime, su Demian Maia. È stato l'anno di Rafael dos Anjos (28-9), che ha inanellato ben tre vittorie consecutive dall'esordio in categoria, dopo un 2016 che fu il suo annus horribilis nella categoria inferiore.

È stato l'anno di Darren Till (16-0-1), anche lui protagonista di ben tre match, tutti vinti, l'ultimo dei quali contro Donald Cerrone. E ancora, quello di Kamaru Usman (12-1), che ha protratto la sua striscia vincente anche nel primo evento di quest'anno. È stato l'anno di Santiago Ponzinibbio (26-3), forte striker argentino - reduce da una vittoria su Mike Perry - e di Colby Covington (13-1), protagonista di una grande prestazione contro Demian Maia.

MMA, UFC, Woodley urla dopo la vittoria su Lawler
Tyron Woodley festeggia la vittoria su Robbie Lawler e la conquista del titolo UFC

MMA, l'accoppiamento dei welter UFC

Sviluppare un buon matchmaking, si sa, non è impresa facile. Gli accoppiamenti devono tenere conto delle caratteristiche dei fighter, dei risultati nei loro ultimi incontri, del livello degli atleti in gioco. Perché, come ha ribadito più volte Daniel Cormier, le MMA sono uno sport che va a livelli. Le stelle che quest'anno hanno scalato i ranking per minacciare il regno assoluto di Tyron Woodley potrebbero dover attendere ancora un match per essere considerati meritevoli della title shot. Quali sono, dunque, i match che potrebbero avere successo nella categoria, accontentando atleti, appassionati e addetti ai lavori?

Kamaru Usman vs Colby Covington

Grappler d'élite a confronto. Colby Covington è stato capace di annullare Demian Maia, il submission grappler più pericoloso della categoria, infliggendogli una pesante sconfitta maturata dallo stand-up. Il livello di striking di Covington non è eccelso, è meno tecnico forse rispetto a quello di Maia, sebbene anche quello del brasiliano sia parecchio limitato. L'americano ha avuto il pregio di imporre un ritmo ben più asfissiante rispetto a quello di Maia, forse ormai troppo stanco dato anche l'avanzamento dell'età. Energico e pericoloso in grappling, Colby potrebbe non avere la stessa fortuna contro il più fresco Kamaru Usman, reduce da una vittoria convincente ai danni di Emil Meek.

Meek voleva scambiare in piedi, ma il più completo Usman ha preferito far convergere il match sui binari del grappling, imponendosi in maniera decisiva. Uno scontro fra grappler d'élite il cui vincitore potrebbe poi chiedere il match titolato. E poi, Usman ha chiesto proprio Covington. Come non accontentarlo?

MMA, UFC, Usman a una cerimonia del peso
Kamaru Usman in posa durante un weigh-in

Darren Till vs Santiago Ponzinibbio

Un match fra striker che hanno dimostrato di poter stare ai piani alti della categoria. A seguito della vittoria controversa contro Gunnar Nelson, in molti avevano dubitato dello status di Santiago Ponzinibbio. L'argentino però ha fatto ricredere tutti con una prestazione in crescendo contro il feroce brawler Mike Perry. Grazie a una lenta ma costante imposizione, "Gente Boa" si è imposto su "Platinum", arrivando alla fine del match ad avere un dominio quasi totale.

Dotato di un'ottima muay thai, buona predisposizione in clinch, buon ritmo e grande varietà di colpi, l'argentino è pronto per il salto di qualità. Darren Till ha impressionato il pubblico con la vittoria a senso unico sul veterano Donald Cerrone. La guardia aperta, il footwork molto verticale, precisione ed esplosività, Till trasporta nei pesi welter lo stile McGregoriano, condito da una pura, giovanile irruenza. Chi non vorrebbe vedere un match del genere?

MMA, UFC, Ponzinibbio su Taleb
Santiago Ponzinibbio con un jab su Nordine Taleb

Tyron Woodley vs Rafael dos Anjos

Un impatto mostruoso sulla categoria, tre vittorie di fila nel corso del 2017, una più impressionante dell'altra, ogni volta con un fighter superiore rispetto a quello precedente. Non sembrano esserci dubbi, Rafael dos Anjos si è consacrato come uno dei migliori welter in circolazione, nel corso dell'anno appena concluso. Fra giugno e dicembre 2017, RDA ha inflitto pesanti sconfitte a Tarec Saffiedine, ex campione Strikeforce, Neil Magny e Robbie Lawler, ex campione UFC.

L'attuale campione di categoria Tyron Woodley è probabilmente l'osso più duro che RDA potrebbe mai affrontare. Forte, esplosivo, veloce, completo sotto ogni punto di vista, il dominio di Woodley sulla categoria è inversamente proporzionale all'amore riservatogli dal pubblico. Complici forse il suo iniziale vittimismo, le lamentele continue dati i rifiuti di supermatch spesso proposti all'organizzazione, le accuse di razzismo dilagante.

Woodley ha chiesto rispetto ed empatia ai fan che, forse, ultimamente stanno pian piano accettando e apprezzando "The Chosen One", un campione completo anche se forse un po' noioso. Noioso perché quello che fa lo fa bene ed è difficile vedere qualcuno che riesca a sopraffarlo, almeno dal match contro Rory MacDonald. Counterstriker eccezionale, preferisce attendere l'iniziativa dell'avversario per rientrare su un eventuale errore. Ha una pazienza virtualmente infinita, è un fighter molto concentrato ed atleticamente molto ben preparato. Dopo aver praticamente annientato Robbie Lawler, ha difeso il titolo due volte e lo ha conservato una volta (quella del pareggio contro Thompson, ndr).

Il match che potrebbe ingolosire i fan adesso, è proprio quello fra "Il Prescelto" e il trattore brasiliano, che sembra voler mietere qualsiasi cosa si presenti davanti a lui. Già, perché per quanto possibile, Rafael dos Anjos è sembrato molto più attivo e fisicamente pronto in pochi match nella categoria dei welter, piuttosto che nella sua intera carriera nei leggeri, dove ha anche conquistato la cintura UFC. L'ultimo ostacolo però indossa la cintura. Ed è anche l'ostacolo più difficile.

UFC, MMA, dos Anjos colpisce Lawler
Rafael dos Anjos colpisce duramente Robbie Lawler nel corso del loro incontro

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.