MotoGP, presentata la Ducati 2018. Dovizioso: "Lotteremo per il titolo"

Questa mattina nell'Auditorium Ducati di Borgo Panigale è stata svelata la Desmosedici GP18: confermati i piloti Dovizioso e Lorenzo, Pirro e Stoner i collaudatori.

8 condivisioni 1 commento

di

Share

Una Ducati per vincere il mondiale. Non si nasconde la casa di Borgo Panigale durante la presentazione della nuova moto per il 2018: l'obiettivo per la prossima stagione è quello di migliorare quanto fatto l'anno passato. E lo farà puntando sulla coppia di piloti che ha sfiorato l'impresa nel 2017. Andrea Dovizioso da una parte, Jorge Lorenzo dall'altra.

In sella alla Desmosedici GP18. Il nuovo gioiello di casa Ducati, progettato e creato per vincere il campionato di MotoGP. Tante novità, a cominciare dalla grafica: al rosso e il bianco si aggiunge un terzo colore, molto apprezzato sia dagli ingegneri che dai piloti. Il grigio regala alla livrea un aspetto più cattivo e dinamico, moderno e tecnologico.

Ma l'innovazione non riguarda solo l'aspetto estetico della moto. Durante l'inverno lo staff Ducati Corse ha lavorato principalmente sulla ciclistica della moto e sulla guidabilità, la maneggevolezza. Invariata la prerogativa principale della casa: la potenza. Qualche cavallo in più, unita all'aerodinamicità. Per vederla in azione bisognerà aspettare i primi test ufficiali della MotoGP: dal 28 al 30 gennaio a Sepang.

MotoGP, le novità della Ducati 2018

Ancor più bella delle passate edizioni. La nuova Desmosedici GP18 non ha niente da invidiare a chi è venuto prima di lei. Anzi, l'aspetto è ancor più grintoso e brutale. Ma quello che interessa i piloti e i tifosi è la sostanza. E da questo punto di vista a metterci la faccia è il direttore generale di Ducati Corse, Luigi Dall'Igna:

È stato un anno davvero speciale per noi. Abbiamo combattuto per il titolo e questo ci ha fatto emozionare. Merito di tutta la squadra, dopo una stagione così posso dire che sono poche le piste che ci mettono in difficoltà. Abbiamo ragionato molto sulla ciclistica della nuova moto e che proveremo nei nuovi test della stagione. Abbiamo lavorato anche sul motore, avremo qualche cavallo in più. Inoltre abbiamo lavorato sull’aerodinamica, la stiamo definendo e la utilizzeremo dai secondi test, quelli in Thailandia. Stiamo cercando di lavorare anche sulla guidabilità.

Non solo la moto, però. Fondamentale sarà anche il feeling che i piloti avranno con la nuova creatura. La speranza è quella di replicare quanto visto nel 2017 con Andrea Dovizioso e completare il percorso di crescita fatto registrare da Jorge Lorenzo nella seconda parte del campionato di MotoGP:

Dovizioso è il vicecampione del mondo, ha costretto Marquez all’ultima gara per vincere il titolo. Poi c’è Lorenzo, cinque volte campione del mondo. La vittoria ancora non è arrivata ma è solo questione di tempo. Il nostro obiettivo è quello di lottare per il campionato, lo stesso che mi ero dato per il 2017. Abbiamo di fronte a noi case che per innovazione e budget fanno davvero paura. Non possiamo dire che saremo i favoriti, ma prometto che lavoreremo per rendere questo 2018 stupendo per tutti i ducatisti.

I protagonisti: Dovizioso e Lorenzo

Mancano poco più di due mesi all'inizio del campionato 2018. C'è davvero tanta attesa per scoprire i valori in campo: Marquez resta il favorito, grande curiosità per la Yamaha, chiamata a reagire dopo i pessimi risultati della passata stagione. E poi c'è la garanzia Andrea Dovizioso, che dovrà replicare quanto fatto nel 2017. Non gli sono bastate sei vittorie per aggiudicarsi il titolo, dovrà fare ancora meglio a cominciare dal 18 marzo in Qatar:

La nuova Ducati è bellissima, come tutte le altre che ho guidato. Ma devo dire che questa ha qualcosa di più, è ancora più sportiva. L’anno scorso è stata una stagione strepitosa, la quinta insieme. Siamo riusciti ad emozionare tanti fan, ottenere risultati con la Ducati fa tutto un altro effetto. Obiettivi? Ambire sempre a qualcosa di più, quindi lottare per il campionato. Gli avversari stanno lavorando tanto, dobbiamo migliorare e sappiamo come farlo. Essere più competitivi nelle piste dove non lo siamo stati nel 2017. I tifosi della Ducati l’anno scorso si sono fatti sentire, gli chiedo di continuare così.

E per un Dovizioso che ha già vinto in sella alla Ducati, c'è un Lorenzo ancora in cerca della sua prima affermazione con la rossa di Borgo Panigale. Ma il momento sembra vicino, come testimoniano i podi dell'ultima parte del passato campionato:

Non è stata una stagione facile, ma la crescita è stata molto importante. E siamo pronti per il 2018. In questo momento tanto la squadra quanto la moto è pronta per vincere. Quindi rischiamo di vincere tante gare. La grafica? È diversa dalle ultime versione, dà un aspetto molto tecnologico e moderno con queste righe rosse, bianche e grigie. Vi faremo divertire.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.