Bayern Monaco, James Rodriguez è l'arma segreta per il triplete

Fortemente voluto da Ancelotti, James Rodriguez è improvvisamente diventato l'arma in più del Bayern Monaco. E ormai Heynckes non può più fare a meno di lui.

21 condivisioni 12 commenti 4 stelle

di

Share

Il paradosso del Bayern Monaco. In questa stagione, per la prima volta nella storia, ha esonerato un allenatore a settembre. Da quando è arrivato Heynckes i bavaresi hanno vinto 16 partite su 17, ma molte di queste sono state sbloccate proprio dalla classe di James Rodriguez, che Carlo Ancelotti ha fortemente voluto per tutta l'estate e il cui acquisto aveva creato diversi malumori.

Già, perché a Monaco erano convinti che James Rodriguez avrebbe tolto spazio a Thomas Muller. E infatti, a inizio stagione, i mal di pancia del beniamino di casa erano frequenti. Poi, con l'esonero di Ancelotti, la situazione si è calmata. Ma a esser messo ai margini fu il colombiano.

Nelle prime 4 partite senza Ancelotti James Rodriguez aveva giocato appena 57 minuti. Troppi pochi per non diventare un problema. E infatti in Colombia Diario Gol aveva raccontato delle difficoltà di inserimento del sudamericano in Baviera e che i compagni lo isolavano.

Bayern Monaco, James Rodriguez ora è l'arma in più

Era tutta questione di equilibri. Perché ora James Rodriguez è diventato indispensabile. Non salta una partita di campionato dal 14 ottobre. Tanto, considerando che nelle prime tre giornate del post Ancelotti totalizzò appena 5 minuti in campo. Inoltre spesso è decisivo. Lo è stato con il Borussia Dortmund (due assist), lo è stato col Lipsia (un gol) e ora col Leverkusen (un gol e un assist). Nelle partite più delicate del campionato lui c'è. Alza il ritmo con i suoi passaggi, accende la gara con le sue idee. E il Bayern Monaco vola.

Curioso però, perché lui che è il migliore del Bayern in questi ultimi mesi è l'unico vero uomo di Ancelotti all'interno di quello spogliatoio. Perché forse Carletto ci aveva visto giusto, anche a puntare su di lui. Ora infatti James in Germania viene visto come il giocatore che potrebbe colmare il gap che c'è fra il Bayern Monaco e le altre regine d'Europa. Lui l'uomo che può prendere per mano la squadra e portarla al triplete. Anche se non c'è più Ancelotti, il motivo per il quale James è in Germania. Ma questo è il paradosso del Bayern Monaco.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.