Bundesliga, il Lipsia si prende il 2° posto: Schalke battuto 3-1

La squadra di Domenico Tedesco perde l'imbattibilità che durava da 11 giornate: i Roten Bullen mettono la freccia e si prendono il secondo posto. Esordio per Pjaca.

21 condivisioni 1 commento

di

Share

Un sorpasso in pieno stile Red Bull. La monoposto Lipsia mette il turbo e si prende il secondo posto, al giro di boa del campionato: il 3-1 allo Schalke 04 permette ai Roten Bullen di scavalcare la formazione di Domenico Tedesco. Ora sono 31 i punti in Bundesliga per l'undici di Ralph Hasenhüttl, uno in più dei rivali: Borussia Dortmund e Borussia Mönchengladbach sono avvisate, domani proveranno a emulare i biancorossi.

S'interrompe così la lunga striscia d'imbattibilità dello Schalke: i Knappen non perdevano da ben 11 giornate. Dopo quattro turni senza vittorie, torna invece al successo il Lipsia: l'ultimo bottino pieno risaliva allo scorso 25 novembre.

Il pareggio di Naldo, a inizio ripresa, aveva illuso i tifosi dei Minatori. In vantaggio nel primo tempo con Naby Keïta, dopo il rigore sbagliato da Augustin, i padroni di casa hanno poi costruito la vittoria nel giro di due minuti: prima il gol del neo entrato Timo Werner, poi il sigillo del portoghese Bruma. Esordio insomma tutt'altro che fortunato per Marko Pjaca.

Bundesliga, il Lipsia scavalca lo Schalke al secondo posto

Il sabato, per i Roten Bullen, non era iniziato nel migliore dei modi: al 36' Jean-Kevin Augustin aveva sprecato il rigore conquistato per un fallo ingenuo di Stambouli. Fâhrmann, al decimo rigore parato nel massimo campionato tedesco, avrebbe avuto ottimi motivi per incorniciare la prima giornata del girone di ritorno. Alla fine sarà però il Lipsia a vendicarsi della sconfitta di metà agosto. Ecco allora che, al 41', Naby Keïta trova il suo 600° gol nella storia del club tedesco: nonostante le voci che lo vorrebbero a Liverpool già nelle prossime settimane, gli applausi della Red Bull Arena sono tutti per lui.

Nella ripresa, Naldo si riscatta per aver deviato in porta la conclusione di Keita e sigla il pareggio per lo Schalke: colpo di testa e 70ª rete in carriera per il 35enne difensore-goleador brasiliano.

Torna al gol Werner, esordio per Pjaca

L'illusione dei Knappen crolla però nel giro di venti minuti: il neo entrato Werner trasforma la splendida triangolazione orchestrata da Sabitzer e Laimer, prima del definitivo 3-1 firmato da Bruma. E se il digiuno del bomber tedesco, al 9° centro in Bundesliga, durava solo da tre giornate, quello dell'ala portoghese resisteva dallo scorso 27 agosto. Di pretesti per festeggiare, insomma, in casa Red Bull ce ne sono in abbondanza. Meno fortunato l'esordio di Marko Pjaca: il croato, in prestito dalla Juventus, ha fatto il suo debutto in Bundesliga nel secondo tempo.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.