Calciomercato Barcellona, ecco Yerry Mina: un corazziere per Valverde

I blaugrana battono il secondo colpo dopo Coutinho. Il difensore classe '94 sarà il rinforzo per il post Mascherano. Fisico potente, vizio del gol e qualche dubbio.

23 condivisioni 18 commenti

di - | aggiornato

Share

Barcellona inarrestabile nel calciomercato di gennaio. Siamo solo all’inizio ma ha già preso Philippe Coutinho e Yerry Mina. Un fantasista e un difensore. Ernesto Valverde alza il pollice e approva. Il colombiano desta più curiosità del brasiliano. Sbarcherà nelle prossime ore in Spagna. Ormai ex Palmeiras, è costato circa 11.8 milioni di euro. Contratto fino al 2023 e una clausola rescissoria da 100 milioni di euro.

Centrale classe ’94, già opzionato dai blaugrana tempo fa. Patron Bartomeu lo avrebbe preso a giugno, ma l’addio di Mascherano e l’infortunio di Umtiti hanno fatto scattare l’allarme. La decisione è toccata al tecnico che non vuole avere la coperta corta in difesa per tutta la seconda parte della stagione.

Yerry Mina è il colpo di calciomercato programmato dal Barcellona. Non vedeva l’ora di arrivare in un grande club, il trasferimento è servito. Un centrale roccioso al servizio dei blaugrana: basterà per blindare la difesa?

Calciomercato, ecco il colpo Yerry Mina

Sbaragliata la concorrenza: il Barcellona piazza il suo secondo colpo del calciomercato 2018. Yerry Mina, centrale classe 1994 del Palmeiras, è il rinforzo per Valverde. Fisico possente, è alto 195 centimetri. Un passato al Deportivo Pasto, poi il Santa Fe. A Bogotà si inizia a parlare di lui. Le sue prestazioni attirano gli scout di mezzo mondo. Eppure il colombiano non riesce subito a fare il grande salto. Un comandante dell’area di rigore, veloce nello stretto, ottima qualità nella marcatura e, ovviamente, bravo nel gioco aereo. Impressiona in Coppa Libertadores e in Coppa Sudamericana, vinta proprio dal Santa Fe.

Nel 2016 il Palmeiras crede in lui, colpo da 4 milioni di euro. Alla sua prima stagione nel campionato brasiliano viene eletto miglior difensore centrale. Cresce tatticamente, arriva anche la chiamata in Nazionale. Fa il suo debutto durante la Coppa Centenario giocata dalla Colombia negli Stati Uniti. Occhio al vizietto del gol. Con la maglia del proprio Paese 9 presenze e 3 marcature. Ha segnato anche in Brasile: 33 presenze e 8 reti. Di testa, da calcio d’angolo, per uno come lui è sempre facile sovrastare gli avversari.

Qualche dubbio

In Colombia parlano dei tanti lati positivi del giocatore, ma anche di quelli negativi. Farà bene al Barcellona, uno dei più grandi club del mondo? I primi tempi saranno difficili, servirà ambientarsi. Ma non solo: il colombiano in carriera ha sofferto di qualche guaio muscolare. E a fine anno 2017, dopo una frattura del metatarso (3 mesi out), è tornato a giocare con continuità senza però mostrare tutto il suo strapotere fisico. Normale, viene da dire. Il dubbio ora è dello staff blaugrana: sarà subito pronto per giocare?

Attenzione poi ai troppi cartellini. Sì, Yerry Mina è un giocatore falloso. Se preso in velocità, soffre. E la gamba ce la mette sempre. Carisma e carattere, forse foga, che spesso si tramutano in sanzioni. Migliorerà appena poggerà piede su un campo di Liga. Ha 23 anni, è una bella promessa del calcio internazionale, il Barcellona ha fatto bene a prenderlo. D’ora in poi parleranno solo le sue prestazioni.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.