Liverpool, quando Chamberlain infranse la sacra regola di Klopp

Il giocatore toccò la targa "This is Anfield" prima del derby di FA Cup 2017/18 contro l'Everton: un gesto severamente vietato dal manager tedesco. Ecco perché.

77 condivisioni 20 commenti

di

Share

Non toccate quella targa. O meglio, non fatelo finché non avrete vinto qualcosa. Questa la regola imposta da Jurgen Klopp ai suoi giocatori qualche mese dopo essere stato assunto come manager del Liverpool (è arrivato l'8 ottobre del 2015). La targa alla quale si fa riferimento è quella posta all'imboccatura del tunnel degli spogliatoi che conduce verso il terreno di gioco di Anfield, diventata oggetto di culto per tifosi e appassionati nel corso degli anni. 

"This is Anfield". Queste le parole scritte sul riquadro rosso appeso al muro. Tre parole che rappresentano molto più di una semplice frase. L'obiettivo di quella targa era, ed è tutt'ora, quello di incutere timore agli avversari ancor prima di scendere in campo e vivere la storica atmosfera di uno degli impianti più famosi e iconici di tutto il calcio inglese. 

Essendo Klopp un uomo molto legato alla storia e alla tradizione dei club per i quali ha la fortuna di essere allenatore, ha preso fin da subito una decisione piuttosto drastica ma volta a stimolare i suoi giocatori: fino al momento in cui la squadra non conquisterà un trofeo, a nessuno è consentito toccarla prima di scendere in campo. 

La targa di Anfield

Liverpool, quando Chamberlain venne meno alla regola di Klopp

Prima di scendere in campo contro l'Everton in FA Cup il 5 gennaio 2018, il centrocampista Oxlade Chamberlain viene immortalato dalla TV ufficiale del Liverpool mentre tocca la targa con su scritto "This is Anfield". Il tutto avviene sotto gli occhi di Jurgen Klopp che sostava in silenzio in coda alla fila dei giocatori. Le telecamere riescono a catturare lo sguardo del manager tedesco, che non sembra - eufemismo - essere felicissimo. Non si sa se nei giorni successivi Klopp ha preso provvedimenti nei suoi confronti, ma quel che è certo è che i Reds non hanno alzato un trofeo, anzi. Sono arrivati in finale di Champions League contro il Real Madrid e hanno perso 3-1, affossati soprattutto dalle papere di Karius. 

Chamberlain nel tunnel di Anfield

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.