Calciomercato, niente Aubameyang: smentita del Guangzhou Evergrande

Comunicato del club di Fabio Cannavaro: "Voci infondate, rispettiamo le norme della Federazione". Che replica duro: "Siamo vigili, puniremo chi non rispetterà le norme".

8 condivisioni 1 commento

di

Share

Sembrava fatta, non lo è. E se dopo la smentita di un club arriva addirittura il comunicato ufficiale dell’altro, allora bisogna crederci veramente. Almeno per ora. Nessun accordo tra il Guangzhou Evergrande e Pierre-Emerick Aubameyang, che al momento resta quindi in Germania.

Pochi giorni fa il portale Sine Sports aveva dato per chiuso l’affare tra la squadra allenata da Fabio Cannavaro e il Borussia Dortmund: 72 milioni di euro la cifre monstre. Battuta al fotofinish la concorrenza di un altro club cinese, il Beijing Guoan. 

Niente di vero, stando alle dichiarazioni del direttore sportivo del Borussia, Michael Zorc, infastidito dalle voci circolate in Asia riguardo la trattativa di calciomercato: “Se fosse reale, avremmo l’obbligo di comunicarlo. Se non l’abbiamo fatto, tutto ciò è significativo”. E ora il comunicato ufficiale arriva proprio dal Guangzhou, che definisce infondate le notizie dell’arrivo dell’attaccante del Gabon e ribadisce la volontà di voler rispettare le norme imposte dalla Federazione calcistica cinese. Sono vietate, infatti, le aste al rialzo e gli investimenti irrazionali nel mondo del calcio. 

Pierre-Emerick Aubameyang
Pierre-Emerick Aubameyang, 28 anni: in Cina davano per fatto il suo passaggio al Guangzhou per 72 milioni

Calciomercato, smentita del Guangzhou Evergrande: niente Aubameyang

Aubameyang al Guangzhou Evergrande? Neanche per sogno, stando al comunicato del club guidato da Cannavaro. Che senza giri di parole definisce inventate le voci di calciomercato dell'acquisto del gioiello del Borussia:

È totalmente infondata la notizia di un trasferimento di un calciatore della Bundesliga al Guangzhou Evergrande. Le cifre sono superiori al tetto massimo stabilito dalle regole della Federazione. Anche il club tedesco in questione ha smentito ai media la trattativa. Il Guangzhou non ha nessuna intenzione di violare le norme della CFA. 

Fabio Cannavaro
Fabio Cannavaro, 44 anni, a novembre è tornato sulla panchina del Guangzhou Evergande al posto di Scolari

Insomma, le dichiarazioni ufficiali smentiscono clamorosamente uno scenario diverso di calciomercato. Anche perché, al comunicato del Guangzhou, si è aggiunto quello della stessa Federazione, sempre vigile sugli investimenti folli del calcio cinese. 

Su internet ultimamente è apparsa la notizia di una guerra economica tra due diversi club cinesi per un calciatore straniero. Per questo, per vederci chiaro, la Federazione ha immediatamente inviato due lettere al club in questione per capire meglio ed avere delle spiegazioni in merito. Qualsiasi violazione sarà severamente trattata in base alle regole vigenti, la Federcalcio proseguirà imponendo delle leggi che cercheraino di limitare gli investimenti all’estero affinché possano crescere i campionati di calcio professionistici cinesi. I nostri sforzi per controllare tutto ciò diventeranno ancora più intensi, non ci sarà tolleranza sulle violazioni.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.