Calciomercato, l'eroe Brignoli non gioca più: via dal Benevento?

Il portiere poco più di un mese fa regalava ai campani il primo punto in Serie A con un gol di testa. Poi tanta panchina, De Zerbi gli ha preferito Belec.

26 condivisioni 34 commenti

di - | aggiornato

Share

Un eroe per caso che ora rischia pure la cessione. Alberto Brignoli, portiere del Benevento e autore di quella rete contro il Milan che ha regalato il primo punto in Serie A ai campani, pensa all'addio. Il calciomercato di gennaio - si legge su Gazzetta.it - potrebbe portare la prima vera sorpresa di inizio anno.

La gratitudine, si sa, non è di questo sport. Al Vigorito l’urlo di gioia al 95’ di Benevento-Milan è entrato nella leggenda. Merito di un portiere in area di rigore che svetta di testa su un pallone e lo spedisce in rete. L’urlo di Brignoli come l’urlo di Munch, un’opera d’arte. Alla faccia del povero Gattuso, alla prima sulla panchina dei rossoneri, entrato anche lui in questa pazza storia.

Luoghi e personaggi di un racconto che potrebbe essere arrivato alla fine. Il Benevento sta puntando ora su Belec, Brignoli via in cerca di rivincita. Le voci di calciomercato nascondono anche il sogno di un ragazzo comprato dalla Juventus due anni fa: indossare la maglia bianconera.

Calciomercato, Brignoli medita l'addio
Calciomercato, Brignoli pensa all'addio: qui festeggiato dopo il gol al Milan

Calciomercato, Brignoli via dal Benevento: ci pensa la Juventus?

Il tuffo ad occhi chiusi, la rete che si gonfia. Il gol del portiere non è cosa da tutte le domeniche. Il primo punto del Benevento in Serie A lo conquista Alberto Brignoli al 95’. Una di quelle favole da raccontare ai propri figli che ti fanno innamorare del calcio. Ma ora che succede? Il calciomercato invernale potrebbe portare una clamorosa sorpresa: l’eroe con i guanti lascia il Benevento? De Zerbi, nelle ultime quattro partite, lo ha relegato in panchina preferendogli Belec. Nove presenze totali e un gol. All’inizio della stagione sempre in panchina, poi titolare. Ora di nuovo seduto. Qualcosa si è rotto, ecco perché il ragazzo solo di passaggio alla Juventus medita l’addio.

Interessamenti

Andrea Brignoli ha girato tante squadre. Il cartellino è di proprietà della Juventus che lo ha acquistato nel 2015 dalla Ternana, dove è rimasto in prestito. Poi Sampdoria (esordio in A), Leganes in Spagna, Perugia e Benevento. Il suo sogno è tornare alla base. A Vinovo, quando era solo un giocatore di passaggio, lo accolse Gigi Buffon. I bianconeri potrebbero davvero riprenderselo, magari a fine stagione. Quando Gigi lascerà, Szczęsny farà il primo, e Brignoli, forse, il secondo. La situazione contrattuale è chiara: i campani hanno l’obbligo di riscatto a 1,5 milioni di euro in caso di salvezza e almeno 20 presenze. Con un po' di malizia ecco spiegata l’assenza tra gli undici titolari. Per ora nulla di certo. L’unica cosa sicura è la panchina. Una triste fine per un uomo diventato eroe. Ma il calcio è questo signori, il palcoscenico è per pochi e dura poco. Quando è così meglio cambiare aria.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.