Coutinho si presenta: "Il Barcellona è un sogno che si realizza"

Il Camp Nou apre le porte all'ex Liverpool: "Spero di rispondere alle aspettative. Io acquisto più costoso della storia del Barca? Nessuna pressione, penso a vincere!".

61 condivisioni 5 commenti

di

Share

“Coutiiiiinhoooo, Coutiiiiinhooooo”. Il coro si alza dagli spalti del Camp Nou quando Philippe Coutinho entra in campo per mostrarsi ai suoi nuovi tifosi. Il secondo giorno a Barcellona è quello della presentazione ufficiale. Cancelli aperti a partire dalle 12.45, lo stadio si riempie velocemente per il secondo acquisto più costoso della storia del calcio dopo Neymar: 160 milioni di euro (120 milioni di fisso più 40 di bonus facilmente raggiungibili). Clausola rescissoria fissata a 400 milioni. 

Una lunga giornata iniziata con le visite mediche, svolte prestissimo in mattinata. Con una conferma: Coutinho inizierà la sua avventura in Liga da infortunato. Tempi di recupero stimati intorno ai 20 giorni. 

Insomma, Klopp non mentiva in conferenza stampa sulle sue condizioni. Ma il Liverpool è il passato. E Coutinho, in attesa di lasciare il segno in campo, ha già riempito il Camp Nou e anche la Sala Roma, dove ha apposto la firma sul suo nuovo contratto (fino al 2023) in presenza del presidente Bartomeu. “Un sogno che si realizza”: il brasiliano ripete il pensiero già espresso ieri sera. Poi i soliti palleggi davanti alla nuova platea: destro, sinistro, un breve torello con i bambini del Barca. Però niente lancio verso i tifosi, forse colpa del problema muscolare. 

Philippe Coutinho
Philippe Coutinho, 25 anni, è stato presentato al Camp Nou: "Per me è un sogno che si realizza"

Presentazione Coutinho: "Il Barcellona è un sogno che si realizza"

Coutinho ha voluto il Barcellona, l’ha ottenuto dopo mesi di fuoco resistendo all’inserimento di altri club che hanno cercato di disturbare le manovre blaugrana.

Philippe Coutinho
Philippe Coutinho firma la maglia del Barcellona con il suo nome: ancora indecisione sul numero...

Il negozio ufficiale ha già cominciato a vendere le maglie col suo nome. Senza numero, il “24” è l’unico libero: l’ex Liverpool potrebbe aspettare la partenza di uno tra Arda Turan o Mascherano per indossare il “7” o il “14”. 

Coutinho, nella prestigiosa Sala Roma, prima firma il contratto (14 milioni di euro a stagione), poi la maglia con su scritto il suo nome. In mezzo, una dichiarazione con cui ringrazia tutti coloro che hanno reso possibile il suo trasferimento:

Dico grazie al presidente per lo sforzo e la pazienza. Sono contentissimo di essere qui, era il mio sogno. Spero di rispondere in campo a tutte le aspettative sul mio conto.

Philippe Coutinho
Philippe Coutinho posa al Camp Nou con i bambini del Barcellona durante la presentazione ufficiale

Cose che ribadisce in campo dopo aver salutato i tifosi accorsi al Camp Nou:

Sono felice, per me è veramente un sogno che si realizza. Perché? Per la storia del club, per i giocatori che ci sono stati e anche quelli della rosa attuale. È difficile per me spiegare le emozioni che sto provando. Spero di giocare presto. 

Josep Maria Bartomeu e Philippe Coutinho
Josep Maria Bartomeu, 54 anni, e Philippe Coutinho, 25, posano dopo aver firmato il contratto del brasiliano (fino al 2023)

Coutinho era stato preceduto da Josep Maria Bartomeu, il presidente del Barcellona:

Ringrazio tutti coloro che sono qui, abbiamo lavorato tanto e duramente per portare qui Philippe. La sua volontà e la sua pazienza sono state determinanti, c’erano tanti club su di lui. I tifosi del Barcellona sono eccitati del suo arrivo. 

In sala stampa: "Pressioni? Io penso solo a vincere"

La conferenza di presentazione vera e propria inizia alle 14.40. Sala stampa gremita. Coutinho, accompagnato dal vicepresidente Jordi Mestre, vuole respingere le pressioni che potrebbero arrivare dal fatto di essere diventato l’acquisto più costoso della storia del Barcellona:

Sono contento, arrivo qui grazie a tante persone, soprattutto grazie a Dio e alla mia famiglia. Ringrazio gli sforzi del Barca, per arrivare qui ho dovuto avere pazienza, e ringrazio il Liverpool per i 5 anni trascorsi in Inghilterra. Pressioni? Per me è soltanto un onore. Dei soldi se ne occupa il club, io penso solo a giocare e a vincere il più possibile. È questo il mio unico obiettivo.

Neymar come compagno in Nazionale, Messi come nuovo compagno di club. Le domande dei giornalisti puntano a paragonare i due fenomeni:

Sono due grandi calciatori. Neymar è mio amico, Messi lo conoscerò ora, è un piacere giocare con lui. Ora avrò quest’opportunità unica. Spero di adattarmi il prima possibile. Se ho sentito Neymar? Sì, mi ha fatto i complimenti per il trasferimento. 

Arrivo da infortunato: 20 giorni di stop:

Ma gli accertamenti strumentali di questa mattina hanno confermato anche un infortunio muscolare. Questo il comunicato ufficiale diramato dal Barcellona:

Il calciatore ha evidenziato una lesione muscolare alla coscia destra. Dovrebbe tornare a disposizione tra 20 giorni. 

Coutinho salterà le prossime tre partite (in Coppa del Re contro il Celta, in Liga contro Real Sociedad e Betis), potrebbe rientrare per il match con l’Alaves. Al massimo contro l’Espanuol, squadra in cui ha militato in prestito dall’Inter nel 2012.

Vota anche tu!

Phillipe Coutinho vale 160 milioni di euro?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.