Liga, Atletico Madrid-Getafe 2-0: Diego Costa show, gol e rosso

Il Dia de Reyes si trasforma nel giorno del figliol prodigo: al nuovo debutto da titolare, l'ex Chelsea segna e si fa espellere per l'esultanza troppo focosa.

73 condivisioni 36 commenti

di - | aggiornato

Share

Nel Dia de Reyes, è stato il giorno di Diego Costa. L'Atletico Madrid batte 2-0 il Getafe, riparte in Liga (dopo il ko prima di Natale contro l'Espanyol) e si porta momentaneamente a -6 dal Barcellona. Dopo il vantaggio di Angel Correa al 18', ecco la rete più attesa: quella del figliol prodigo. Prima il gol, al minuto 68', poi l'espulsione per doppia ammonizione.

Troppa la voglia di segnare di nuovo davanti al proprio pubblico, nella sua prima assoluta al Wanda Metropolitano. Così tanta, che la fuga verso la curva e l'abbraccio con i tifosi è stata ritenuta troppo esagerata dall'arbitro Munuera Montero: secondo giallo e Diego Costa out contro l'Eibar.

Quello che più conta per il Cholo Simeone, però, è aver ritrovato il suo pupillo: gol al nuovo esordio, mercoledì in Copa del Rey, di nuovo a segno in campionato al suo "secondo" debutto. Non segnava in Liga dal 18 aprile 2014, il successivo 17 maggio la sua ultima apparizione nella sfida contro il Barcellona (che valse il titolo per i Colchoneros). Dopo oltre 3 anni e mezzo, la Bestia è tornata. 

Liga, l'Atletico Madrid apre il 2018 con i tre punti

Il Cholo l'aveva ammesso: da tempo, da tanto tempo, immaginava la coppia d'attacco formata da Griezmann e Diego Costa. La prima in Liga del 2018 si realizza i suoi sogni, è il regalo che il tecnico argentino trova nella sua personale calza della Befana. Il francese e il nazionale spagnolo sembrano già trovarsi a meraviglia, si cercano fin dalle prime battute e scatenato l'entusiasmo del Wanda Metropolitano.

Liga, Diego Costa in gol al nuovo debutto da titolare con l'Atletico Madrid
Mancava in Liga da tre anni e mezzo: Diego Costa subito in gol alla sua "prima" da titolare con l'Atletico Madrid

L'assist vincente, però, Griez lo consegna nell'esterno destro di Angelito Correa: Atletico Madrid in vantaggio dopo 18 minuti e gara che da lì in poi si metterà in discesa. In campo però si scatena una battaglia: tanti falli, tantissimi gialli, addirittura cinque ai danni dei padroni di casa.

Diego Costa is back: gol e "troppa" esultanza

Anche nella ripresa il raddoppio sembra non arrivare, ma il copione sembra già scritto: chiunque, sugli spalti del Metropolitano, aspetta solamente la zampata di Diego Costa. Che arriva puntuale, al minuto 68, sul perfetto cross basso di Vrsaljko. L'ex Chelsea è incontenibile, nella corsa verso la curva libera tutta la rabbia tenuta dentro negli ultimi mesi londinesi.

Abbraccia tutti i tifosi, ma vorrebbe ringraziarli uno per uno: per il direttore di gara però la sua foga basta e avanza per estrarre il secondo giallo e mandarlo negli spogliatori, tra l'incredulità generale. Poco male, l'Atletico Madrid si gode una settimana indimenticabile che ha riportato il figliol prodigo a casa. Dopo 1359 giorni di attesa, la Liga ritrova la firma della Bestia.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.