Calciomercato Inter, Spalletti: "Manca un centrale, lo sa pure mamma"

All'ennesima domanda sulla rosa corta, l'allenatore di Certaldo perde la pazienza: "Cosa devo fare? Devo dirvi che quelli che ho non sono buoni e ne voglio altri?"

15 condivisioni 23 commenti

di

Share

Già di per sé la partita con la Fiorentina non sarebbe passata alla storia come una delle migliori prestazioni dell'Inter (eufemismo), anche senza il gol del pareggio di Giovanni Simeone a tempo scaduto. Se c'era una squadra che avrebbe meritato qualcosa di più, infatti, era proprio la Viola di Pioli, troppo poco cinica sotto porta ma molto più bella a vedersi per gioco proposto e occasioni da gol create.

In ogni caso, però, la squadra di Spalletti era riuscita a passare in vantaggio con il gol del solito Icardi al suo primo tiro in porta (una sentenza) e se non fosse stato per quella rete del Cholito si sarebbe presa un'importantissima vittoria al Franchi.

Considerate le premesse, il pareggio gigliato inevitabilmente ha reso qualche nervo più scoperto del solito, allungando a 5 la striscia di gare consecutive senza vittoria dei nerazzurri. Ecco perché a fine partita, Luciano Spalletti è apparso nervoso come mai era capitato in questo avvio di stagione e quando è stato affrontato l'argomento del calciomercato Inter e della rosa corta ha risposto spazientito:

Non ce la faccio più, non so più che dire... Poi negli spogliatoi devo andarci io... Fate il vostro lavoro, ora siamo in difficoltà numerica, che devo fare? Gli devo dire che non sono buoni e che ne voglio degli altri? Voi giudicate, ognuno faccia il suo lavoro. In questo momento la condizione è quella lì. Ranocchia ha preso due imbucate dove sentiva la botta alla schiena, lo potete valutare anche voi che manca un centrale difensivo. Lo sa anche mia mamma che ha 80 anni ed è a casa.

Calciomercato Inter, lo sfogo di Spalletti

Un tasto dolente, quello del calciomercato Inter, che Spalletti ha approfondito ulteriormente:

Dall'inizio del campionato mi chiedete sempre la stessa cosa, se fate 700 volte la stessa domanda è evidente che ci sia un problema. Ora che me l'avete fatto dire che cosa avete vinto? Il mercato non si è potuto completare per un problema venuto fuori, ma bisogna lavorare e vincere, essere credibili. Non andrò mica a piangere nello spogliatoio. Abbiamo dovuto forzare delle situazioni, gli avversari hanno forzato e alla fine hanno meritato di pareggiare.

E per risolvere l'emergenza numerica, dall'Atalanta arriverà il 18enne Alessandro Bastoni:

Se è sufficiente? A me va bene tutto, perché ci sono dei paletti da rispettare, in cui stare dentro. Se capitano delle occasioni bene, se no si resta con questi giocatori che si hanno.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.