Barkley-Chelsea: il sindaco di Liverpool chiede lumi a Premier League

Il primo cittadino Joe Anderson si scaglia pubblicamente contro l'ex Everton e chiede di aprire un'inchiesta sul trasferimento del centrocampista ai Blues.

19 condivisioni 7 commenti

di

Share

In Italia siamo abituati alle commistioni tra calcio e politica, non ci scandalizziamo di certo. Da quella più evidente del Milan di Silvio Berlusconi, alla fede dichiarata di Matteo Renzi per la Fiorentina, a quella di Matteo Salvini ancora per il club rossonero e così via.

Ma quello che è accaduto in Inghilterra (soprattutto perché accaduto in Inghilterra) riesce comunque a sorprendere.

Il passaggio di Ross Barkley dall'Everton al Chelsea per 15 milioni di sterline subito dopo l'apertura del calciomercato in Premier League, infatti, ha fatto andare su tutte le furie il sindaco di Liverpool: Joe Anderson, noto tifoso dell'Everton, non ha proprio digerito l'operazione e non ha avuto problemi a farlo notare pubblicamente, andando possibilmente anche oltre.

Premier League, Barkley fa infuriare il sindaco di Liverpool

Il motivo della rabbia del primo cittadino di Liverpool risale alla scorsa estate, quando il 31 agosto Barkley venne ceduto dall'Everton al Chelsea per 35 milioni di sterline: alla fine non se ne fece nulla, a causa del rifiuto del centrocampista di trasferirsi nella squadra di Antonio Conte. Il motivo lo spiegò direttamente lui:

Ho deciso che a causa del mio infortunio sarebbe stato meglio prendere una decisione sul mio futuro e valutare tutte le opzioni a gennaio, quando sarò al top.

Ecco, gennaio è arrivato, anche se lui non è ancora al top visto che dal 31 agosto a oggi non ha giocato una sola partita con l'Everton per via dell'infortunio muscolare alla coscia che lo ha tenuto fuori dai giochi fino a qualche settimana fa.

Un dettaglio che non gli ha impedito di accettare la nuova offerta del Chelsea, che però stavolta (considerato il contratto in scadenza del giocatore) all'Everton ha proposto solo 15 milioni di sterline, costringendo di fatto i Toffees ad accettare per evitare di perdere il giocatore a zero.

Chiesta pubblicamente l'apertura di un'inchiesta

La discrepanza tra questa offerta e quella di cinque mesi fa ha fatto andare su tutte le furie Joe Anderson, che su Twitter ha mostrato il suo sdegno per quanto accaduto:

Scriverò alla Premier League e alla Football Association di aprire un'indagine sulle circostanze del trasferimento di Ross Barkley dall'Everton al Chelsea. 

E ancora:

Per me Barkley è indifendibile. Avrebbe potuto rinnovare il suo contratto e lasciare comunque il club.

Difficile venga ascoltato da Premier League ed FA. Di sicuro però le sue parole hanno fatto molto rumore e creato dibattito. Perché sì, calcio e politica possono mischiarsi anche in Inghilterra.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.