MMA, Dana White: "O McGregor torna a breve o gli togliamo il titolo"

Il fighter irlandese è avvisato: qualora non tornasse in azione prima di marzo, UFC provvederà a privarlo del titolo pesi leggeri. Parola di Dana White.

239 condivisioni 16 commenti

di - | aggiornato

Share

Conor McGregor è destinato a prendere in mano le redini della sua carriera sportiva a stretto giro di posta. Anche in UFC sembrerebbe essere terminata la pazienza relativamente al continuo temporeggiare dell'irlandese, che non calca l'ottagono da oltre un anno. La scelta di mollare momentaneamente le MMA per gettarsi a capofitto nel supermatch di boxe contro Floyd Mayweather ha certamente pagato dal punto di vista economico, ma ha gettato i fan in una palude di dubbi.

Solid

A post shared by Conor McGregor Official (@thenotoriousmma) on

Dana White, presidente UFC, ha lasciato intendere a chiare lettere la sua volontà di far rispettare a McGregor tutti gli oneri che la sua carica di campione prevede: ciò vuol dire che, qualora il fighter nativo di Dublino decidesse di temporeggiare ulteriormente, verrebbe spogliato della corona delle 155 libbre. Una presa di posizione che sembra dare un taglio al passato: la promotion pare essersi decisa a porre un freno alle stravaganze di "Notorius".

Vota anche tu!

MMA: giusto privare Conor McGregor del titolo pesi leggeri UFC qualora non rientrasse entro una manciata di mesi?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

La questione, venuta fuori in una intervista a 'Yahoo! Sports', ha offerto una versione un po' edulcorata del concetto, ma che nella sostanza resta un chiaro ultimatum nei confronti di un McGregor ora chiamato a tornare a tempo pieno alle MMA.

Amo l'idea del match-up tra Conor e Nurmagomedov, ma Tony Ferguson è il campione ad interim. Nelle MMA il tempo rappresenta un tuo nemico, e quando sei un atleta professionista non possiamo lasciare che tutto resti bloccato per sempre privando gli altri ragazzi di una possibile chance. Tony è stato in fila per molto tempo, così come Khabib ed altri nella lista. Conor, che ha fatto molti soldi, deve decidere se vuole combattere ancora. Sarà una sua decisione, ma la divisione e la cintura devono muoversi. Quindi sarà importante capire cosa farà l'irlandese nei prossimi due mesi.

Se Conor vuol combattere entro marzo, potremmo fare Khabib contro Ferguson per l'interim, ed il vincitore andrà contro Notorius per l'unificazione dei titoli. Se invece non volesse rientrare prima del prossimo autunno saremmo costretti a fare comunque Nurmagomedov vs Tony, ma non per il titolo ad interim. Se è un problema di soldi? Non sono mai stato preoccupato da questo. Conor porta introiti, e noi abbiamo preparato un'offerta davvero interessante per lui. Ho sempre ottenuto un accordo con McGregor, ma la domanda è: con tutti questi soldi gli importa ancora di combattere? Dipende tutto da lui.

MMA, UFC: il futuro di McGregor

Le dichiarazioni di Dana White sono state chiare: o McGregor torna entro i primi mesi del 2018 oppure può già prepararsi a dire addio al titolo pesi leggeri UFC. Una notizia questa che rischia di scindere ancora una volta le opinioni del pubblico delle grandi MMA: riuscirà Notorius a mettere da parte il suo ego e ad adempiere a quelli che sono i normali doveri d'amministrazione per un campione? Oppure spiazzerà tutti con l'ennesimo colpo di testa? Mistero. Quel che è certo però è che già dalle prossime settimane potremmo avere qualche indizio in più in tal senso.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.