Serie A, la Roma punisce Nainggolan: maxi-multa per video di Capodanno

Il club giallorosso sceglie la massima sanzione pecuniaria possibile, decurtando il 30% dallo stipendio mensile del centrocampista belga.

35 condivisioni 48 commenti

di

Share

È costato molto caro (nel senso letterale del termine) a Radja Nainggolan quel video di lui "ubriaco fradicio" (per sua stessa ammissione) postato decisamente con troppa leggerezza su Instagram nella notte di Capodanno.

Le immagini del calciatore della Roma intento a giocare a Paddle con tanto di bestemmie a ripetizione, non sono ovviamente piaciute alla società giallorossa, che ha deciso di prendere immediati provvedimenti.

Ci ha pensato Monchi, di ritorno dalla Spagna (dove aveva trascorso il suo primo dell'anno) a chiamare l'intera squadra a rapporto prima dell'allenamento: il direttore sportivo, senza fare riferimenti diretti a Nainggolan, ha ricordato al gruppo quali siano i comportamenti da tenere, sia dentro che fuori dal campo, unico modo per installare una mentalità vincente nella testa di ogni singola componente del club.

Serie A, la Roma multa Nainggolan

Poi è stata stabilita la vera e propria punizione nei confronti del centrocampista belga, che sarà esclusivamente di natura pecuniaria: si tratta della massima sanzione prevista dal regolamento interno della Roma, cioè il 30% dello stipendio mensile. Considerando l'ingaggio attualmente percepito da Nainggolan di 3,2 milioni a stagione, la somma è di circa 90mila euro.

La mattina successiva alla pubblicazione del video, il giocatore belga se l'era presa con quelli che lo avevano riportato:

Anche a Capodanno pensate a fare notizie... auguro un buon anno a tutti tranne a quelli... ma fatevi una vita...

Solo successivamente erano arrivate le scuse da parte del calciatore della Roma:

Sono dispiaciuto per quanto accaduto stanotte. Lo sapete, mi piace star bene con gli amici e amo festeggiare il Capodanno... Ma la notte scorsa sono andato oltre: la vedevo come una serata particolare, dove si può anche esagerare un po'... Certo non intendevo dare un esempio negativo. Per questo ritengo di dover chiedere scusa per le mie parole e il mio comportamento.

Meglio tardi che mai. Ma nemmeno queste parole, ovviamente, gli hanno impedito di incorrere nella sanzione della società giallorossa. Adesso resta da vedere se anche Di Francesco deciderà di prendere dei provvedimenti, escludendolo dai titolari contro l'Atalanta.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.