Atletico Madrid: Diego Costa torna, segna e si fa male

Negli ottavi di finale di Coppa del Re, l'attaccante segna al ritorno in campo con la maglia dei Colchoneros e nell'azione del gol rimedia un pestone su un ginocchio.

85 condivisioni 36 commenti

di

Share

Serata dalle mille emozioni per Diego Costa. Al ritorno in campo con la maglia dell'Atletico Madrid due anni e mezzo dopo l'ultima volta, datata maggio 2014, l'attaccante è andato a segno negli ottavi di Coppa del Re sul campo del Club Lleida Esportiu (1344 giorni fa l'ultima esultanza in biancorosso, il 30 aprile 2014 in Champions League contro il Chelsea), ma ricorderà la partita del Camp d'Esports anche per il pestone ricevuto nell'azione del gol. 

Nel 4-0 inflitto dagli uomini di Diego Simeone al Lleida, formazione militante in Segunda División B, la terza serie del campionato spagnolo, il centravanti classe 1988 era sicuramente il volto più atteso. Diego Costa ha fatto il suo ingresso in campo sul punteggio di 2-0 per l'Atletico Madrid al minuto 64, rilevando Correa: l'attaccante, con maglia numero 18 sulla schiena, ha impiegato appena cinque minuti per segnare. 

Nell'azione che l'ha portato a depositare in rete l'assist di Juanfran e blindare di fatto i giochi su sponda Atletico Madrid, Diego Costa ha infatti incassato un colpo al ginocchio destro da parte di un avversario, Eneko Satrústegui. Un colpo che gli ha lasciato in eredità un taglio sulla zona colpita che ha costretto Diego Costa a restare un paio di minuti fuori dal campo prima di rientrare claudicante e assistere dal terreno di gioco al poker di Griezmann nel recupero. Il 4-0 finale rappresenta una seria ipoteca sui quarti di finale.

Atletico Madrid, gol e pestone al ritorno per Diego Costa

Dopo mesi di duro allenamento, complice il tesseramento avvenuto in agosto ma la possibilità - per il blocco del mercato imposto dalla Fifa - di giocare con l'Atletico Madrid solo da gennaio, Diego Costa ha quindi riassaporato nell'andata degli ottavi di finale di Coppa del Re la gioia del gol. Una festa sporcata dalla necessità di soccorsi da parte dello staff medico dopo il colpo incassato da Satrústegui. 

Curiosità, amara per l'attaccante e l'Atletico Madrid: l'attaccante 29enne mancava infatti da più di tre anni e mezzo in campo con i Colchoneros. L'ultima partita ufficiale con la maglia del club spagnolo era datata 24 maggio 2014: finale di Champions League contro il Real Madrid a Lisbona. Vinsero le Merengues 4-1 dopo i tempi supplementari, ma Diego Costa fu costretto all'uscita dal campo in anticipo per un infortunio al bicipite femorale che già lo aveva condizionato nell'avvicinamento alla partita. La storia, questa volta, ha rischiato di ripetersi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.