I gol più belli del 2017: dal tacco di Giroud al pallonetto di Mertens

La raccolta delle migliori reti dell'anno: lo scorpione del francese e il lob del belga, poi Messi, la Castellanos, il baby Mboula e le rovesciate di Mandzukic e Hurtado.

67 condivisioni 14 commenti

di

Share

Si chiamano gol, ma questi sono opere d'arte contemporanea. Come se la porta fosse una tela di Lucio Fontana e il pallone lo strumento per tagliarla: violentemente, a giro, in acrobazia, come il talento ispira in quel momento istintivo. Basta un attimo e il lampo di genio individuale diventa di tutti.

Da vedere, rivedere e condividere. Tirare le somme a fine anno, con gesti tecnici del genere, diventa un piacere che appaga i sensi. Ed ecco quindi la raccolta con i gol più belli del 2017: da Giroud a Mertens, passando per Messi, Mandzukic e Robben.

Facendo un salto anche in Sudamerica con la rovesciata di Hurtado, nel calcio femminile con il tiro da centrocampo della Castellanos e in quello giovanile con lo slalom di Jordi Mboula del Barcellona. Perché i capolavori calcistici non hanno età sesso. Proprio come le opere d'arte...

I gol più belli del 2017: dal tacco di Giroud al pallonetto di Mertens

Olivier Giroud (Arsenal-Crystal Palace):

Che le premesse fossero buone si era capito già il primo gennaio. Olivier Giroud apre il 2017 con uno scorpione che corona una ripartenza dell'Arsenal, partita con un colpo di tacco dello stesso attaccante francese. Il Crystal Palalce come vittima sacrificale. Un gol che ha vinto il Puskas Awards, il premio che la Fifa assegna alla rete più bella della stagione (2016-2017).

Lionel Messi (Atletico Madrid-Barcellona): 

Poteva mancare Messi nella carrellata di gol? La risposta è no. E allora ci sembra giusto toglierci subito il "dente". La Pulce buca la porta dell'Atletico Madrid in Copa del Rey: osservate bene la palla quando l'argentino la riceve da Rakitic al limite dell'area, perché da quando calcerà in porta la perderete di vista. Un siluro che colpisce il palo interno prima di tornare a disposizione... dei vostri occhi. 

Antoine Griezmann (Atletico Madrid-Roma):

In questo caso è l'Atletico Madrid a godere, anche se la rovesciata in Champions League di Antoine Griezmann contro la Roma si rivelerà inutile ai fini della qualificazione agli ottavi di finale. Cross di Correa in scivolata, il francese si coordina e spedisce alle spalle di Alisson con forza e precisione. 

Edin Dzeko (Chelsea-Roma):

Proseguiamo la catena dei gol e stavolta è un giallorosso il protagonista assoluto. Sempre in Champions League: Chelsea-Roma con Edin Dzeko autore una doppietta strepitosa. Il primo timbro è una perla di sinistro su lancio dalla difesa di Fazio. Courtois non fa in tempo ad alzare le mani che il pallone è già alle sue spalle. 

Edinson Cavani (Paris Saint Germain-Caen): 

Due fenomeni in un solo gol: Mbappé mette il turbo sulla destra e crossa al centro, Cavani la devia di prima intenzione con il tacco e sorprende il portiere del malcapitato Caen. Mica male se si pensa che il terzo del tridente d'attacco è un certo Neymar...

Dries Mertens (Lazio-Napoli):

Sarà la maglia, sarà lo stesso avversario, sarà il tiro che sembra un arcobaleno. Il gol di Dries Mertens è stato paragonato a al gioiello di Maradona (sempre contro la Lazio): Strakosha lo anticipa ma non allontana il pallone, il belga prende la mira (spalle alla porta) e fa partire un destro dolcissimo che beffa il portiere. 

Raphael Guerreiro (Bayern Monaco-Borussia Dortmund):

Un salto in Bundesliga per questo bolide di Raphael Guerreiro. La difesa del Bayern respinge malamente, il portoghese conta i passi e di controbalzo con il sinistro non lascia scampo a Neuer. 

Patrick Schick (Sampdoria-Crotone): 

In estate cambierà maglia per 40 milioni di euro, forse anche per questo gol realizzato al Crotone. Negli occhi il ricordo di Bergkamp: Schick ridicolizza Ceccherini e poi è freddo a tu per tu con Cordaz. Giocata mostruosa. 

Mario Mandzukic (Real Madrid-Juventus): 

Un gol tanto bello quanto amaro per i tifosi juventini. Un'azione da stropicciarsi gli occhi nella finale Champions di Cardiff con il Real Madrid: lancio di Bonucci, cross al volo di Alex Sandro, stop di petto e tocco di Higuain per Mandzukic che in rovesciata insacca sotto la traversa. 

Aviles Hurtado (Atlas-Tijuana):

Un'altra rovesciata, stavolta in Sudamerica. In Colombia e nella partita tra Atlas e Tijuana per la precisione: corner e gesto acrobatico alla "Holly e Benji". Aviles Hurtado batte la legge di gravità prima ancora che il portiere...

Deyna Castellanos (Venezuela-Camerun Under 17)

Il gentil sesso entra di diritto nella raccolta dei gol più spettacolari dell'anno grazie a Deyna Castellanos, attaccante del Venezuela Under 17: rete immediata contro il Camerun (nel mondiale di categoria) con una conclusione direttamente da centrocampo. 

Jordi Mboula (Barcellona-Borussia Dortmund Under 19): 

Ve l'avevamo detto, ci sarebbe stata una perla anche dal calcio giovanile. Il gol pazzesco è di Jordi Mboula nella sfida tra l'Under 19 del Barcellona e i pari età del Borussia Dortmund: veronica a umiliare l'avversario, slalom e destro in diagonale. Ne sentiremo parlare... 

Moussa Dembele (Celtic-St. Johnstone):

Più che a Dembele, qui c'è da fare l'applauso all'intero Celtic: azione infinita in cui tutta la squadra tocca il pallone prima di un paio di colpi di tacco in area di rigore e della conclusione decisiva.

Lionel Messi (Villarreal-Barcellona):

Un altro gioiello di Lionel Messi, perché di lui non ci si stanca mai e una punizione così non poteva rimanere fuori dai gol più belli del 2017. Pareggio allo scadere sul palo del portiere. Sì, il palo è del portiere. Ma l'incrocio è di Messi... 

Luis Alberto (Lazio-Sassuolo):

Non solo Messi, anche la pennellata di Luis Alberto tra i migliori gol dell'anno solare. Punizione a giro contro il Sassuolo che sorvola la barriera e si infila sotto al sette. Consigli battuto. Una soluzione col destro dove si solito si presentano i mancini.

Alberto Brignoli (Benevento-Milan):

Già di suo, un gol segnato dal portiere è qualcosa di sorprendente. Quando poi è in tuffo di testa, regala il pareggio all‘ultimo respiro e soprattutto il primo punto in Serie A al Benevento, allora diventa un evento storico. Brignoli merita di diritto di far parte del catalogo 2017.

Marco Asensio (Real Madrid-Las Palmas): 

Non poteva mancare il baby fuoriclasse del Real Madrid, Marco Asensio. Contro il Las Palmas fa capire a tutti qual è la specialità della casa: la bomba da fuori. Tutto il Bernabeu in piedi per il suo sinistro.

Goncalo Guedes (Betis-Valencia): 

Da Asensio a Goncalo Guedes, rivelazione del Valencia. Contro il Betis il suo gol più bello realizzato in Liga (e ce ne sono stati altri simili): dribbling e tiro sotto l'incrocio dei pali dai 25 metri. 

Andrea Belotti (Torino-Sassuolo):

Un'acrobazia da antologia: cross di De Silvestri, Belotti stacca con entrambi i piedi e in girata la infila sotto l'incrocio dei pali opposto. Da stropicciarsi gli occhi.

Arjen Robben (Lipsia-Bayern Monaco):

Le sue volate non fanno più notizia. Eppure contro il Lipsia, al minuto 95, riesce a stupire tutti coloro che hanno assistito al gol in presa diretta: accelerazione sulla sinistra, due uomini scartati, tocco sotto per superare il portiere. Intramontabile fuoriclasse.

Benjamin Jeannot (Dijon-Paris Saint Germain):

La soddisfazione dell'eurogol vale la maglia tolta e lanciata sul terreno di gioco. Jeannot, attaccante del Dijon classe '92, sigla una rete pazzesca con un sinistro al volo da almeno 30 metri. 

Cristiano Ronaldo (Barcellona-Real Madrid):

Non ce la sentivamo di escluderlo tra i top gol del 2017. Tra i tanti del Pallone d'Oro scegliamo quello realizzato al Camp Nou in Supercoppa. Ripartenza fulminante, rientro sul destro e bang! bomba all'incrocio e Barcellona al tappeto. 

Gaku Shibasaki (Getafe-Barcellona):

Non solo CR7, anche Gaku Shibasaki del Getafe ha punito i blaugrana con una rete magnifica. Il centrocampista giapponese fulmina ter Stegen con un siluro al volo: serve il replay per seguire la traccia del pallone colpito di collo pieno...

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.