Guardiola e la favorita per la Champions League: "Dove gioca Messi?"

Quando al manager del Manchester City viene chiestol suo pronostico per la vittoria in Europa, Pep non ha dubbi.

83 condivisioni 55 commenti

di

Share

Le 19 vittorie su 20 partite di Premier League (18 delle quali consecutive) e i 15 punti di distacco dal Manchester United secondo in classifica, rappresenterebbero già di per sé delle ottime credenziali per considerare il Manchester City di Pep Guardiola come una delle potenziali candidate per la conquista della Champions League.

Poi potremmo aggiungere a questi calcoli anche i tre successi su tre partite di EFL Cup, così come i 5 consecutivi nel girone di Champions League, per poi perdere nell'ultima giornata (a qualificazione già matematicamente ottenuta) contro lo Shakhtar Donetsk.

Sono 27 vittorie su 29 partite stagionali, una media impressionante, quasi infallibile, che lancia per forza di cose il Manchester City tra le papabili per la conquista non solo della Premier League, ma anche della coppa dalle grandi orecchie. Agli ottavi di finale, poi, l'avversario non sarà certo dei più proibitivi: il Basilea di Raphael Wicky è una sorpresa, nel girone di qualificazione è arrivato solamente dietro il Manchester United (battuto comunque 1-0 nella sfida in Svizzera), ma i favori del pronostico sono tutti dalla parte dei Citizens.

Champions League, Guardiola punta su Messi

Ma se chiedete a Guardiola chi siano i favoriti per la conquista della Champions League, il suo pensiero non va alle geometrie di de Bruyne, alle accelerazioni di Sterling o ai gol di Aguero. No, la mente di Pep va un vecchio amore mai sopito, quello per il fenomeno che ha allenato nella sua esperienza a Barcellona: Messi.

Così, quando al termine dell'ultima partita vinta (tanto per cambiare) con il Newcastle di Benitez, gli è stata posta la domanda su chi fosse favorito nella massima competizione europea, Guardiola ha replicato con un altro quesito:

Dove gioca Messi? Quella è la squadra che ha più chance di vittoria.

Una domanda retorica, ovviamente, che ha voluto sottolineare ancora una volta la stima incondizionata per la stella argentina del Barcellona. Capace di fare la differenza, sempre e contro qualsiasi squadra. Anche un Manchester City da record come quello di questa stagione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.