Calciomercato Napoli: forte pressing per Younes, si complica Vrsaljko

Il Napoli si getta a capofitto sul mercato, nella speranza di regalare a Maurizio Sarri alternative di livello ai titolarissimi. Si puntano Younes e Vrsaljko.

Amin Younes, esterno offensivo dell'Ajax

17 condivisioni 1 commento 0 stelle

di

Share

Il Napoli si getta a capofitto sul calciomercato. Il direttore sportivo Cristiano Giuntoli è già al lavoro, nella speranza di regalare a Maurizio Sarri un ventaglio di alternative di lusso su cui poggeranno le rotazioni che dovranno necessariamente partire da gennaio. Priorità a tre ruoli, vale a dire quelli del terzino - destro o sinistro che sia -, dell'esterno offensivo e del centravanti di peso. Gli identikit tracciati corrispondono ad un tris di nomi assai interessante, composto da Sime Vrsaljko, Amin Younes e Roberto Inglese. A ciò si aggiungono tutta una serie di operazioni collaterali e definibili secondarie, e che potrebbero portare agli arrivi di Zinedine Machach - centrocampista ex Marsiglia e Tolosa, attualmente svincolato -, Amato Ciciretti e Mohamed Fares, con gli ultimi due che sembrano tuttavia essere ipotesi spendibili solo a partire da giugno.

La situazione legata a Younes, ormai promesso sposo partenopeo e in rotta con l'Ajax, è senza dubbio quella più intricata. Il tedesco di origini libiche non scende in campo da metà novembre, ufficialmente per un problema al ginocchio. Peccato però che proprio nelle settimane successive siano venuti fuori i contrasti legati ad un rinnovo con i lancieri che è apparso sin da subito difficile: che ciò abbia portato la società a mettere l'ex Borussia Monchengladbach ai margini della squadra? Chissà. Quel che è certo è che, attualmente, vi è una forbice di ben 10 milioni tra la domanda degli olandesi e l'offerta azzurra sul tavolo del calciomercato invernale, rispettivamente fermi ad una richiesta di 15 milioni e ad una proposta d'acquisto di 5 milioni di euro. Possibile, tuttavia, che l'Ajax decida di non perdere il ragazzo a zero, accontentandosi di una cifra intermedia. L'entourage di Younes, nel frattempo, ha già definito un accordo con la società del presidente Aurelio De Laurentiis sulla base di un quinquennale da 1,5 milioni a stagione.

Per quel che riguarda Inglese invece Giuntoli s'è già portato avanti, con il ds ex Carpi che dovrà semplicemente ratificare l'accordo già stilato col Chievo nella scorsa estate. L'arrivo al Napoli dell'ex Lumezzane è stato anticipato di sei mesi a causa delle precarie condizioni fisiche di Arek Milik, alle prese con il secondo infortunio al crociato in pochi mesi. Possibile che i partenopei concedano delle contropartite tecniche ai clivensi: Emanuele Giaccherini, Lorenzo Tonelli ed il già citato Zinedine Machach potrebbero essere i nomi giusti per rendere meno amaro l'addio di Inglese agli scaligeri. La situazione legata a Vrsaljko, infine, resta un rebus: il croato, complice le non perfette condizioni di Juanfran, è stato promosso a titolare da Diego Simeone. L'ex Sassuolo, dal canto proprio, continua ad offrire un rendimento altissimo. A queste condizioni, ovviamente, la pista legata al croato sembra essere definitivamente tramontata.

Vota anche tu!

Napoli: l'avventura di Inglese rischia di trasformarsi in un altro caso Pavoletti?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Calciomercato Napoli: il ventaglio delle alternative

Non c'è però solo questo tris di nomi ad orbitare sul tavolo del ds del Napoli Cristiano Giuntoli, che vaglia diverse candidature alternative soprattutto per i ruoli di terzino ed esterno offensivo. Per quanto riguarda la difesa non bisogna trascurare la pista che potrebbe portare a Matteo Darmian, con l'ex Torino e Palermo che lascerebbe il Manchester United già a gennaio offrendo a Sarri la possibilità di confermare Hysaj a destra. Mourinho potrebbe anche cedere il calciatore a condizioni favorevoli, magari in prestito con diritto di riscatto. Più difficile invece arrivare ad altre piste per il reparto offensivo: Simone Verdi e Samu Castillejo non sono considerati dei possibili partenti dai rispettivi club, che si siederanno a trattare solo a partire dal prossimo calciomercato estivo.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.