Borussia Dortmund, Subotic passa il Natale in Etiopia per beneficenza

In Etiopia non hanno nemmeno le fontane per bere: Subotic, con la sua fondazione, ne ha costruite 100 in 5 anni per provare a portare un po' di normalità.

120 condivisioni 19 commenti

di

Share

Il sole splende, in cielo non c'è nemmeno una nuvola, il termometro segna 42 gradi. Può sembrare strano, visto che siamo a Natale, ma lì è sempre così. Siamo in Africa, in Etiopia per l'esattezza, uno dei paesi più poveri al mondo. Lì Babbo Natale non arriva, almeno non quello tradizionale con pancia, barba e vestito di rosso.

Lì ha un altro aspetto. molto più atletico, perché in Etiopia i bambini si emozionano quando arriva Neven Subotic. Il difensore del Borussia Dortmund ha creato una fondazione con l'obiettivo di migliorare la vita nei paesi più poveri al mondo. Come l'Etiopia appunto. 

Eppure Subotic non porta regali, porta molto, molto di più. Porta un po' di normalità. Da sempre i bambini sono costretti a fare chilometri e chilometri per riuscire a trovare un po' d'acqua, ma ora la situazione grazie anche all'impegno del difensore del Borussia Dortmund sta migliorando, per quel che è possibile. Sono state costruite 100 fontane in 5 anni, e le distanze si sono accorciate.

Neven Subotic
Neven Subotic in Etiopia

Subotic passa il Natale in Etiopia: aiuta i bambini poveri

Per gli altri calciatori è normale passare le vacanze nei posti più belli al mondo, Subotic però non riuscirebbe a stare in pace con se stesso, come raccontato proprio dal difensore del Borussia Dortmund a Sport1:

Sono convinto sia giusto così. Passare il Natale sdraiato in piscina per me non è un'alternativa.

Subotic in Etiopia
Neven Subotic in mezzo ai poveri in Etiopia

Per questo quando arriva in Etiopia Subotic si sente bene, sa che sta facendo qualcosa di buono, e tutto questo lo fa stare bene con se stesso.

Quando atterro qui mi sento a casa per le persone meravigliose che incontro. Mi sento in mezzo a tanti amici. Qui vogliamo tutti un mondo migliore, vogliamo che i bambini di oggi vivano in un mondo dignitoso.

Il sole splende, in cielo non c'è nemmeno una nuvola, e il termometro segna 42 gradi. Pur essendo Natale in Etiopia è normale così. Invece che per l'arrivo di Babbo Natale, i bambini sono felici quando torna Subotic. Che non porta regali, ma solo un po' di normalità.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.