Clasico, quattro stati senza Real Madrid-Barcellona in tv

Corea del Nord, Papua Nuova Guinea, Mongolia e Malta non trasmetteranno in diretta televisiva la partita più attesa della Liga.

29 condivisioni 6 commenti

di

Share

Corea del Nord, Papua Nuova Guinea, Mongolia e Malta. Cos’hanno in comune? Sulla carta poco o nulla, in un viaggio virtuale che coinvolge tre Continenti e passa dai 27 milioni di abitanti della nazione con capitale Pyongyang ai 450mila residenti nell’isola con sede nell’Europa meridionale. Per un giorno questi 4 stati saranno accomunati da un'assenza: quella del Clasico tra Real Madrid e Barcellona, che non sarà trasmesso in tv entro i confini nazionali.

Una festa dello sport intercontinentale, quella che vedrà di fronte alle 13, orario spagnolo (diretta su FOX Sports HD, canale 204 di Sky) Real Madrid e Barcellona. Uno show al quale non potranno assistere complessivamente circa 38 milioni di persone: tanti sono - sommati - gli abitanti di Corea del Nord, Papua Nuova Guinea, Mongolia e Malta esclusi dalla mondovisione.

Sotto l'albero di Natale del calcio, che propone una sfida con due protagoniste assolute del calcio mondiale, non ci sarà spazio per il Clasico in 4 stati. Ciò non toglie che Real Madrid e Barcellona avranno addosso gli occhi del pianeta: alla sfida del Santiago Bernabeu, Messi e compagni arrivano da prima della classe con 42 punti e vorranno approfittare anche del ko dell'Atletico Madrid, secondo, contro l'Espanyol. Per le Merengues si tratta dell'ultimo treno utile per mettere nel mirino la vetta, oggi distante 11 punti ma con una partita da recuperare, complice la partecipazione (con vittoria) al Mondiale per Club.

Clasico per tutti, o quasi: Real Madrid-Barcellona non si vedrà in 4 stati

Tutti collegati per il Clasico, dunque. O quasi. L’inedita collocazione oraria del calcio d’inizio è stata scelta anche per permettere a Paesi che hanno grande presenza, anche economica, nella Liga di poter seguire agevolmente la sfida tra Real Madrid e Barcellona. Ad avere particolare influenza sulla decisione è stata la Cina. Negli Stati Uniti e in Canada, per esempio, la partita si giocherà all’alba, mentre in Australia sarà quasi tempo di andare a letto.

Uno show di portata planetaria, o quasi. Così, se in Europa più di qualcuno sta pensando a come evitare lo shopping natalizio per godersi lo spettacolo, in alcuni stati la sfida non sarà trasmessa in tv. Pensate a Malta, dove non potranno assistere alla sfida tra Cristiano Ronaldo e Messi. A La Valletta e dintorni il principale canale sportivo e culturale nazionale, TVM2, trasmetterà una rubrica dal titolo “Lenti”, incentrata su curiosità e storie della comunità maltese. Gli abitanti della Papua Nuova Guinea invece potranno dimenticare l’astinenza da Clasico guardando Inuyasha, anime trasmesso su EMTV.

Peggio andrà a chi vive in Mongolia, dove MNB (Mongolian National Broadcaster) diffonderà dalle 11 un telegiornale senza interruzioni. La Corea del Nord, la cui situazione politica è arcinota, ha invece un solo canale sportivo le cui trasmissioni sono visibili per tre ore al giorno (dalle 19 alle 22) solo nelle date festive. Non è il caso del 23 dicembre. Il giorno del Clasico, ma non per tutto il mondo.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.