Calciomercato Napoli, De Laurentiis frena: "Spendo, ma con la testa!"

Il presidente azzurro sbotta: "Pensiamo pure ai bilanci". Cambiano le strategie di Giuntoli, si puntano obiettivi a zero. Quasi fatta per Machach e Younes.

13 condivisioni 19 commenti

di

Share

Da una parte i tifosi del Napoli chiedono grandi rinforzi nel calciomercato di gennaio, dall’altra il presidente Aurelio De Laurentiis promette di spendere ma con intelligenza. Il patron, alla presentazione della mostra “Il Napoli nel mito-storie, campioni e trofei mai visti”, ricorda tutti i grandi calciatori passati in azzurro. Scelte fatte da lui in un cammino lungo 10 anni. E approfondisce anche la questione economica.

Per rimanere in alto con una squadra in lotta per lo scudetto serve rinforzarsi a gennaio. Tra sfortuna e calciatori non all’altezza, mister Maurizio Sarri si è ritrovato con una panchina corta, molto corta. Ma le parole del signore del cinema, ora, fanno un po’ preoccupare. 

Spendere con intelligenza, nel calciomercato, vuol dire non fare follie per un giocatore. Il Napoli si muoverà per sostituire gli infortunati Ghoulam e Milik. A giugno dovrebbe arrivare Amato Ciciretti a parametro zero dal Benevento. C’è una nuova linea da seguire. Niente pazzie per un club che sogna sul campo, ma con gli occhi ben aperti sui conti.

Calciomercato Napoli, De Laurentiis
Calciomercato Napoli, patron De Laurentiis con il tecnico Maurizio Sarri

Calciomercato Napoli, niente botti a gennaio

Le parole del presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis sul calciomercato suonano come una sentenza. I tifosi sperano in rinforzi di alto livello per lottare fino in fondo per lo scudetto. Niente da fare, occhio alla spesa.

Da noi sono passati Quagliarella, Lavezzi, Cavani, Higuain, Mertens, Insigne. Di storia in dieci anni ne abbiamo scritta parecchia. Non abbiamo vinto lo scudetto, chiedo scusa, ma mi sono stancato di questa cazzate del “chi compri?”.

Un vero e proprio sfogo. Poi sulla situazione futura:

Recupereremo Milik e Ghoulam, arriverà Inglese. Dobbiamo stare attenti, guardate per esempio come sta crescendo Mario Rui oppure Ounas che piace molto a Sarri, un grande maestro. Mi dicono di cacciare i soldi, ma io ne ho cacciati tanti e continueremo a cacciarli ma con intelligenza. Il calcio sta cambiando, è difficile avere a che fare con determinate squadre europee. Il Napoli se la deve giocare alla grande, ma bisogna anche avere la capacità di avere i bilanci in ordine.

Discorsi purtroppo veri e non nuovi nel panorama calcistico della nostra Serie A. Il massimo esponente di questa teoria è pure Claudio Lotito, presidente della Lazio, con la filosofia del "tutto a posto e conti in ordine" portata avanti ormai da tempo. E con ottimi risultati. Chiosa finale su Sarri e lo stadio:

Maurizio è il regista che ho scelto per fare il film più bello. Ora è lui il protagonista e gli lascio il campo volentieri. Stadio di proprietà? Non mi fido del Comune, il terreno me lo trovo da solo. Probabile che questo posto sia a 7km dal centro. Sono stanco di una città dove aspetto che il Comune mi restituisca 7 milioni dal 2007.

Giuntoli, quali mosse?

Fare di necessità virtù. Il proverbio è ben chiaro nella testa di Cristiano Giuntoli, direttore sportivo e direttore tecnico del Napoli. Le parole del presidente sono limpide: affari low cost. Ecco perché il dirigente si sta muovendo tra i parametro zero. Due i colpi in canna: Machach e Younes. Il primo è un centrocampista franco algerino classe ’96, attualmente senza contratto dopo un litigio in casa del Tolosa. In Francia l’hanno sempre descritto come il nuovo Matuidi. Deve però mettere la testa a posto. Ai bollenti spiriti ci potrà pensare Maurizio Sarri fin da subito, a gennaio. Oppure prestito per sei mesi e il ritorno sotto al Vesuvio nella prossima estate.

Il secondo è un esterno tedesco classe ’93 dell’Ajax. Giuntoli lo prenderebbe come l’erede di Insigne. Contratto già pronto: 5 anni a 1 milione di euro, il doppio di quanto percepisce oggi in Olanda. É il miglior giocatore per numero di dribbling effettuati in Eredivisie. Accordo con i lancieri che scade a giugno 2018. Il Napoli lo vorrebbe subito, ad Amsterdam fanno resistenza. L'affare comunque non è in pericolo.

Calciomercato Napoli, Younes dell'Ajax in azione
Calciomercato Napoli, Younes dell'Ajax in un match contro il Rosenborg

E il terzino? Alla fine non è detto che arrivi. Sarri continuerà ad andare avanti con Maggio e Mario Rui in attesa del rientro di Ghoulam. L’algerino ha ripreso a calciare, probabile che si possa rivedere in campo per febbraio. Un nuovo modo di fare calciomercato insomma. Dall’alto dicono "occhio ai conti" e così Giuntoli fa quel che può. Basterà per riportare lo scudetto a Napoli dopo 28 anni?

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.