Kokorin, ma che fai? Spara al matrimonio dell’amico per festeggiare

L'attaccante dello Zenit, invitato al banchetto nuziale del giocatore Chochiyev, ha prima esibito una pistola e poi ha sparato in segno di festa. Il tutto documentato sui social.

122 condivisioni 34 commenti

di

Share

Secondo alcuni nella vita bisogna provare tutto. Anche un matrimonio in Russia. Se googolate un po’, potete trovare nel profondo web una guida su "come sopravvivere ad un matrimonio russo". Meglio partire preparati. Brindisi con vodka, invitati agitati, piatti super calorici e… pistole. Come alla festa nuziale di Alan Chochiyev, centrocampista russo in forza alla Lokomotiv Mosca. Tra i suoi invitati figura anche Aleksandr Kokorin, attaccante dello Zenit, suo grande amico e  amante delle armi da fuoco.

Quando si scherza bisogna essere seri, diceva Alberto Sordi. E va anche bene. Ma le pistole meglio metterle via. Anche se spari in aria, a salve, a mo' di festa. Tutto bello, ma un tantino esagerato.

Su Instagram, Kokorin ha documentato tutte le sue pazzie con le pistole al matrimonio. Se l’è addirittura puntata alla faccia. Un gesto che lo Zenit San Pietroburgo non ha commentato, ma che i suoi follower hanno prontamente criticato.

Kokorin attaccante dello Zenit San Pietroburgo
Kokorin, l'hai fatta grossa: spari al matrimonio

Kokorin, colpi di pistola al matrimonio

Dicevamo dei matrimoni russi. Capita anche di alzare un po’ il gomito se tutte le portate le accompagni con la vodka. Amara, così deve essere da regolamento. Perché poi i baci delle donne avranno l’effetto di addolcire la bevuta. Tradizioni a parte, c’è chi ha esagerato. Aleksandr Kokorin è andato oltre: al banchetto nuziale ha portato con sé una pistola sparando colpi in area. Ci ha pure giocato puntandosela in bocca e alla tempia. 

"Chochiyev, congratulazioni per il tuo matrimonio!". Boom-boom. E via a colpi di pistola per rendere l’atmosfera più goliardica. I tetti del locale, il giorno dopo, sono stati trovati tutti bucati. Anche se l’attaccante ha ammesso di non aver sparato davvero, ma a salve. Probabile sia vero: in Russia è un’usanza sparare in aria ai matrimoni. 

Спасибо за тёплый приём ⚪️🔴🌕 #Хорошо

A post shared by Kokorink9 (@kokorin9) on

Le reazioni

Tutti indignati, a partire da Gennadi Kostylev, ex tecnico del CSKA:

È un viziato, crede che tutto gli sia permesso e che verrà perdonato. Si sta approfittando della situazione perché è un giocatore indispensabile per la squadra.

E Aleksey Igonin, ex capitano dello Zenit, ha scherzato amaramente:

Cari tifosi, Kokorin si è puntato una pistola in faccia. Non preoccupatevi, tanto ha la testa vuota! 

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.